Politica

Dal Meetup Media e Bassa Valle un “grazie” a Ferrero, Cognetta e Voulaz

Aosta -In una nota il Meetup si rivolge ai due consiglieri regionali e al loro organizer: "abbiamo fiducia che la correttezza del vostro operato attuale e pregresso verrà dimostrata nelle sedi opportune".

Ringraziamento, sostegno, solidarietà, al di là delle questioni interne al M5s. Così in una nota il Meetup Media e Bassa Valle si rivolge ai consiglieri regionali Cognetta e Ferrero “un sentito ringraziamento per il sostegno morale e organizzativo ricevuto in ogni singola iniziativa comune intrapresa”.

L’elenco è ampio: dal lavoro “contro il grave rischio di dequalificazione dell’istruzione e della professionalità dei docenti contenuto nelle Adaptations”, al “voto contrario alla legge 18”, fino alla “lotta fatta insieme per il referendum del 4 dicembre 2016” passando per le iniziative su Cva e Casinò.

“Come associazione di cittadini, indipendente dagli schieramenti politici, abbiamo fiducia che la correttezza del vostro operato attuale e pregresso verrà dimostrata nelle sedi opportune, e ci auguriamo che, al di là delle questioni interne al Movimento Cinque Stelle, possiate proseguire il più possibile serenamente il vostro lavoro all'interno delle istituzioni in favore di tutta la comunità, a cui anche noi apparteniamo, fino alla naturale scadenza del vostro mandato”.

Solidarietà, da parte del Meetup, anche a Manuel Voulaz: “nostro fondatore e organizer, nel momento in cui dichiara apertamente di non sentirsi più rappresentato dall’attuale Movimento 5 Stelle e decide perciò, dopo dieci anni di militanza, di seguire la scelta dei consiglieri Cognetta e Ferrero”.

Anche per lui parole al miele, ma soprattutto nessuna considerazione sul MoVimento: “Personalmente, noi abbiamo potuto verificare più e più volte il suo impegno civile, il suo entusiasmo per la politica intesa nel suo significato più bello del termine, la sua inesauribile disponibilità a mettersi in gioco al di là e al di sopra dell'interesse personale. Non vogliamo qui alimentare sterili polemiche, ma solo affermare che continueremo con ancora maggiore determinazione il percorso intrapreso insieme: metterci in ascolto dei bisogni e delle speranze del nostro territorio e sentircene collettivamente responsabili e cercare ogni giorno di realizzare una piccola parte del grande progetto di renderlo migliore di come l'abbiamo trovato”.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>