Politica

Costi della politica, appello fissato il 28 novembre

Aosta - In primo grado il processo si era chiuso con l'assoluzione di tutti e 24 gli imputati  - "perché il fatto non sussiste" o "non costituisce reato". L'accusa riguarda l'utilizzo "improprio" di 1,2 milioni di euro dei fondi dei gruppi consiliari.

Inchiesta costi politica, il Procuratore Marilinda Mineccia

Prenderà il via  lunedì 28 novembre a Torino alla prima sezione penale della Corte di Appello il processo d'appello contro i 24 consiglieri, ex consiglieri e dirigenti di partito imputati nell'ambito dell'inchiesta sui costi della politica.  In primo grado il processo si era chiuso con l'assoluzione di tutti e 24 gli imputati  – "perché il fatto non sussiste" o "non costituisce reato". L'accusa riguarda l'utilizzo "improprio" di 1,2 milioni di euro dei fondi dei gruppi consiliari tra il 2009 e il 2012. Imputati in questa prima tranche sono gli esponenti di Pd, Pdl, Fédération autonomiste, Uv e Alpe con accuse che vanno dal finanziamento illecito ai partiti, peculato e indebito utilizzo di fondi pubblici.  

Nell'ambito dell'inchiesta ha patteggiato un anno di reclusione, pena sospesa l'ex capogruppo di Stella Alpina, Francesco Salzone. Accusato di peculato a Salzone era contestata inizialmente la somma di circa 123.000 euro. Di questi circa 25.000 euro sono stati giustificati e gli altri 98.000 circa sono stati risarciti. 

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>