Politica

Consiglio Valle, ordine del giorno smilzo per la prossima adunanza

Aosta - Per l’assemblea regionale il piatto forte doveva essere l’approvazione del bilancio regionale. Ma dopo che la II Commissione ha negato l’ok al documento contabile, sono solo cinque i punti iscritti.

Consiglio regionale, aula

L’approvazione del Bilancio regionale doveva essere il piatto forte della maratona in Consiglio Valle convocato inizialmente per tre giorni a partire da domani, martedì 29 novembre. Ma dopo che la II Commissione presieduta da Leonardo La Torre ha chiesto “più tempo per approfondire le questioni sul tavolo”, negando l’ok al documento contabile, l’ordine del giorno dell’assemblea sarà più smilzo. Cinque oggetti, tra cui due interrogazioni a risposta immediata e un'interpellanza.

La prima interrogazione a risposta immediata è stata posta dal Movimento 5 Stelle per avere notizie in merito all'eliminazione del Bon de chauffage, mentre la seconda è stata depositata dai gruppi ALPE e Misto per chiedere conferma della quotazione in borsa della società CVA spa.

L'interpellanza del gruppo ALPE, la cui discussione è stata rimandata dalla scorsa adunanza del 22 novembre, riguarda invece l'attivazione di percorsi scuola e lavoro presso istituti professionali regionali.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>