Politica

Cogne premiata come “destinazione sostenibile” e per le aree camper

Cogne - La scorsa settimana, la località turistica valdostana è stata premiata a Lubiana, in Slovenia, assieme ad altre 100 aree mondiali per lo sviluppo sostenibile del suo turismo e delle sue politiche. Bandiera gialla per le aree camper.

Claudio Peratone, Franco Allera e Giuseppe Cutano

Le isole Svalbard in Norvegia, la regione della Bretagna francese, Città del Capo in Sudafrica e la repubblica di Palau in Polinesia. In Italia, la provincia di Forlì-Cesena in Emilia-Romagna, Monte Pisano in Toscana e anche la valdostana Cogne sono state premiate lo scorso 27 settembre, nel castello di Lubiana, in Slovenia, tra le località mondiali nella Top 100 destinazioni sostenibili 2016.

"Per decidere a chi assegnare questo premio la giuria internazionale ha analizzato 250 parametri – spiega il consigliere Giuseppe Cutano, che ha seguito la candidatura – prendendo in considerazione la natura, l'ambiente, la cultura e le politiche verdi applicate nel territorio". Il sindaco Franco Allera ha sottolineato come, tra le varie qualità di Cogne, abbia pesato per la premiazione "la rete di trasporto locale gratuito che da anni ci impegnamo a mettere a disposizione dei nostri cittadini e dei turisti, a fronte di importanti investimenti".

Cutano ha sottolineato il fatto che "il 95 per cento del territorio del nostro Comune è protetto, tra il parco del Grand Paradis, quello di Sant'Orso, in cui è impossibile edificare e almeno altri tre siti di importanza comunitaria". Ha contribuito a raggiungere il riconoscimento l'uso, comune a tutta la Valle d'Aosta, del 100 per cento di energie rinnovabili e l'assenza di scarichi diretti di acque reflue.

"Siamo stati premiati anche per i 500 chilometri di sentieri, i due punti noleggio di bici elettriche e i punti ricarica, con parcheggio gratuito, per le auto elettriche", spiega Cusano. "Sono stati presi in considerazione anche parametri sociali, come il mantenimento delle tradizioni – continua – con i nostri Tintamarro che l'anno prossimo compiono 60 anni, i cori e le Dentellières, le tessitrici di pizzi tipici, che sono arrivate al cinquantesimo anno dopo la prima loro esposizione".

Durante la conferenza stampa fatta per annunciare il risultato il sindaco Allera ha sottolineato l'importanza della realizzazione del collegamento funiviario con Pila. "Sarebbero sei chilometri di funivia che permetterebbe di collegare il paese con Aosta, offrendo un'alternativa al trasporto su gomma – sostiene – anche se è chiaro che per muoversi ci sarà bisogno del finanziamento regionale". Il sindaco ha poi specificato come "non bisogna pensare soltanto agli impianti da sci quando si pensa ai flussi turistici che porterebbe quest'opera: sarebbe qualcosa di completamente nuovo, su cui si potrebbero modulare offerte turistiche originali".

Assieme al Top 100 Sustainable Destination, che permetterà al Comune di utilizzare il marchio della competizione, anche l'Associazione campaggiatori turistici d'Italia ha premiato Cogne con la "bandiera gialla" per le sue due aree camper. Cogne ha vinto, assieme ad altri 30 comuni italiani, per la vicinanza delle due aree rispettivamente con l'abitato del capoluogo, che permette comodamente di usufruire dei molti servizi dell'abitato, e di località Lillaz, a circa dieci minuti dalle cascate.

Ho 35 anni, una laurea di primo grado in Lettere moderne e forse tra poco una di secondo grado in Scienze storiche, all’università di Torino. Ho scritto molto sul sistema delle finanze pubbliche della Valle d’Aosta. Mi piacciono le ostriche, l’Ottocento francese, gli Odezenne, Montale, il ramen e i video con i labrador. Adoro lo scotch, ma mi fa male. Scrivo per lo più di politica e amministrazione.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>