Politica

Bon de Chauffage, per la minoranza i 500mila euro reintrodotti sono una “presa in giro”

Aosta - Un emendamento dell'Assessore regionale alle Attività produttive reintroduce 500mila euro annui per il Bon de Chauffage. "Il 12,9% dei 4 milioni di euro inizialmente stanziati"

"Una presa in giro", "Uno schiaffo ai valdostani" e ancora "un'illusione". La minoranza torna all'attacco dell'Assessore alle Attività produttive, Jean-Pierre Guichardaz sul Bon de Chauffage. La variazione di bilancio, ora all'esame del Consiglio regionale, ne prevedeva lo stop per i prossimi tre anni. Un emendamento portato dall'Assessore e approvato a maggioranza (20 a favore, 14 contrari ) reintroduce ora 500mila euro annui. 

"A volte piuttosto che cercar di mettere una pezza che sembra offensiva è meglio non far niente" scandisce in aula Elso Gerandin di Mouv mentre Albert Chatrian di Alpe ricorda come rispetto ai 4 milioni di euro inizialmente previsti i 500mila euro equivalgono al 12,9%.  "Le è bastata una serata di bastonate sui social per farla ravvedere" ironizza Pierluigi Marquis di Stella Alpina. 

Per Claudio Restano invece "non saranno i valdostani a poter usufruire di queste somme".

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>