Politica

“Bando periferie”, la convenzione è pronta. In arrivo 12,5 milioni per riqualificare Aosta

Aosta - Nei giorni scorsi la segreteria del Programma Periferie Urbane ha trasmesso al Comune la bozza di convenzione che una volta sottoscritta, l'ipotesi è entro Natale, darà il via al progetto “Aosta recupera la propria identità”,

La rotatoria di piazza Manzetti

Dopo tanto attendere – sono passati infatti oltre sei mesi dall’annuncio – il momento sembra essere giunto: lo sblocco dei fondi per Aosta contenuti nell’ormai famoso “Bando periferie” di renziana memoria dovrebbe essere agli sgoccioli. Nei giorni scorsi, infatti, la segreteria del Programma Periferie Urbane ha trasmesso al Comune la bozza di convenzione che una volta sottoscritta darà il via al progetto “Aosta recupera la propria identità”, una serie di interventi integrati e coordinati tra loro che interesserà, tra l’altro, la frazione di Arpuilles, piazza Manzetti, via Lavoratori Vittime del Col du Mont ed il quartiere Dora, il polo sportivo Tzambarlet, l’area Montfleury, la vasca di Excenex, l’impluvio di Gotrau, la fognatura di regione Bioula e la rete del gas delle frazioni Arpuilles ed Excenex per un totale di poco inferiore a 12,5 milioni di euro.

“La deliberazione – commenta il sindaco del Capoluogo Fulvio Centoz – rappresenta un passaggio decisivo che ufficializza la concessione del finanziamento da 12,5 milioni da parte statale. Siamo soddisfatti per l’esito della nostra istanza, soprattutto perché fornirà una risposta importante al territorio. La firma della convenzione dovrebbe avvenire entro Natale, dopodiché si darà il via alla progettazione dei diversi interventi. Ne discende, ovviamente, che la seconda parte della consiliatura sarà occupata in buona parte dagli adempimenti per la realizzazione di quanto previsto dal progetto”.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>