Politica

Bando anziani, la minoranza torna alla carica. Sotto la lente i costi della proroga ed il Rup

Aosta - Non si quieta la tempesta sull'appalto del Comune di Aosta assegnato ieri in via provvisoria alla cooperativa Kcs Caregiver di Bergamo, Intanto Spelgatti, Lega, annuncia la richiesta di una relazione dettagliata sul bando del Responsabile anticorruzione.

Bando anziani, il ritorno. Non si quieta la tempesta sull'appalto del Comune di Aosta assegnato ieri in via provvisoria alla cooperativa Kcs Caregiver di Bergamo, con un ribasso del 7,11% che produrrà un risparmio di circa 300mila euro per le casse municipali.

La minoranza torna all'attacco e questa volta punta sulla preoccupazione per un possibile ricorso al Tar della cooperativa Leone Rosso, ma soprattutto sui costi della proroga del servizio partita dal 1° gennaio 2017 e sulle differenze di cifre esposte dall'assessore alle Politiche sociali Marco Sorbara, che parlava di un costo pari a circa 120mila euro circa al mese. I conti alla minoranza non tornano: “Se ci sono 700mila euro in meno dalla Regione – si chiede Andrea Manfrin, Lega – diviso 12 fa 60mila euro. Dove finiscono gli altri 60mila?”.

Domanda interessante che, nel vortice di 'déjà vu' creatasi in Consiglio in mattinata, va purtroppo a perdersi rimanendo inevasa.

In mezzo ci sono attimi di nervosismo, sospensioni assortite e questioni burocratico/tecniche come la gestione in sostituzione del Rup (responsabile Unico del Procedimento) Anna Maria Careri, impossibilitata per questioni di salute, passata alla funzionaria PPO Laura Morelli, a detta delle opposizioni, firmataria di una sorta di 'autonomina'. Il Sindaco Fulvio Centoz ha spiegato che il nuovo codice degli appalti, che prevede la sostituzione del Rup con un altro dirigente pari grado e con conclamata competenza, per via del regolamento comunale, prevede la sostituzione del PPO per assenza del dirigente inferiore ai trenta giorni.

La novità, tra i rimbalzi tra politica e parte tecnica e le accuse annose ad un bando che non garantisce qualità e livelli occupazionali, la annuncia Nicoletta Spelgatti della Lega: “È mia intenzione – ha spiegato – richiedere una relazione molto dettagliata al Responsabile della prevenzione della corruzione su tutta la questione del bando anziani nel suo insieme, che faccia chiarezza su tutta la vicenda una volta per tutte”.

Vicenda che ormai dimostra come maggioranza e opposizione siano mondi completamente inconciliabili, a distanza siderale, e lascia una certezza solamente: del bando anziani – ricorsi o meno – sentiremo ancora parlare a lungo.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>