Politica
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 3:01

Aosta, via libera al progetto di collegamento tra via Elter e via Saint-Martin

Aosta -L'intervento, che prevede anche la riqualificazione della via ed una rotonda, costerà 990mila euro. Definito anche il progetto per mettere in sicurezza il passaggio pedonale di fronte alla Saint-Roch, in corso Ivrea.

Il progetto di collegamento tra via Elter e via Saint-Martin-de-Corléans

Oltre un milione di euro. Questa la spesa complessiva che ha previsto il Comune di Aosta per due interventi sulla viabilità del Capoluogo. A partire da un lavoro 'storico', in ballo da diverso tempo, ovvero il collegamento tra via Giorgio Elter e via Saint-Martin-de-Corléans.

990mila euro complessivi, l'intervento prevede oltre al collegamento tra le due strade – lungo il lato est della Caserma 'Battisti' – anche la contestuale sistemazione di via Elter tra via Capitano Chamonin e corso Battaglione. “ Questa provvedimento – ha spiegato l'assessore comunale ai Lavori pubblici Valerio Lancerotto – fa parte dell'accordo di programma con il Ministero della Difeso per l'acquisizione della Testa Fochi ed erano una nostra priorità, il quartiere aveva bisogno di uno sfogo nord-sud. Ora realizzeremo questa riqualificazione dell'area con 130 metri a senso unico comprensiva di marciapiedi, una piccola rotonda e doppio senso di marcia in prossimità del Cral Cogne, un'esigenza molto sentita”.

Qualche incognita sui tempi, dal momento che il progetto dovrà passare per la Stazione unica appaltante, ma Lancerotto è ottimista: “Ora non dipende più da noi, ma speriamo che tutto possa essere fatto entro l'anno, al massimo all'inizio anno prossimo”.

Il secondo intervento – l'importo complessivo è di 45mila euro – riguarderà invece la zona di corso Ivrea e la messa in sicurezza dell'attraversamento di fronte alla scuola Saint-Roch: “C'erano diverse istanze sia degli insegnanti che dei genitori – spiega ancora l'assessore – sulla pericolosità del passaggio pedonale. Ci siamo impegnati a porre rimedio con un attraversamento rialzato e rifacendo i marciapiedi, anche nella stradina a lato della scuola, dove c'è un altro ingresso all'edificio, di modo che i ragazzi, anche disabili, possano entrare in completa sicurezza”.

Assieme, è previsto anche uno spostamento della fermata dell'autobus antistante la scuola: “Sempre in ottica di sicurezza la sposteremo più avanti – prosegue Lancerotto – dove c'era il distributore”. Qui la gara è comunale, ed i tempi più stringenti: “L'obiettivo – chiude l'assessore – è naturalmente avere il lavoro pronto con l'inizio della scuola”.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>