Politica

Altra VdA, Possibile e Rifondazione contro la Casa degli autonomisti: “Una farsa”

Aosta - "Non stupisce - scrivono i tre movimenti - che oggi questi ex avversari abbiano deciso di ritornare insieme, con un ridicolo controribaltone, dopo essersi votati una legge elettorale su misura”.

Francesco Lucat, Carola Carpinello e Michelina Cottone

“Sono bastati pochi giorni per capire che il ribaltone non si sarebbe tradotto, come volevano farci credere, in un vero riscatto democratico contro l'uomo solo al comando”.

A scriverlo, in una nota congiunta intitolata “Il gattopardo autonomista”, sono i movimenti Altra VdA, Possibile e Rifondazione Comunista, che commentando la situazione politica in Regione aggiungono: “La degenerazione della cultura politica, anche in Valle D'Aosta, è infatti divenuta endemica, e ha coinvolto l'autonomismo in tutte, o quasi tutte, le sue espressioni, disvelando, anche per questa giunta, in continuità con la precedente, la logica del potere per il potere. Non stupisce, quindi, che oggi questi ex avversari abbiano deciso di ritornare insieme, con un ridicolo controribaltone, dopo essersi votati una legge elettorale su misura”.

Ma non solo: “Una farsa – aggiungono i tre partiti – poco rispettosa dell'elettorato, portata in scena brandendo un autonomismo che sempre più pare di facciata, a coprire mancanza di idee, di progettualità e di prospettive più ampie che non siano la ricerca continua di consenso. Finalmente risolto l'equivoco dell'agognata alternanza tra coalizioni aggregate intorno ai contendenti di Uv e Uvp, la prossima volta, forse, gli elettori se li troveranno, come è giusto che sia, dalla stessa parte. Chissà che non sia la volta buona per cambiare davvero strada e per lasciarseli tutti alle spalle. Speriamo che avvenga presto e che la strada viri, naturalmente, a sinistra”.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>