Economia e lavoro

Weekend di Pasqua, gli albergatori si aspettano il tutto esaurito

Aosta - A spiegarlo il presidente degli albergatori Filippo Gérard: "Pasqua è condizionata dal tempo atmosferico ma si prevede un buon finale per una stagione molto buona, con numeri in linea rispetto allo scorso anno".

Il comprensorio di Cervinia

Si prospetta positivo il weekend pasquale in Valle, chiusura definitiva di una stagione sciistica all'insegna di numeri in aumento e di una ottima affluenza di turisti sul territorio regionale.

A spiegarlo è Filippo Gérard, presidente Adava, l'associazione degli albergatori Valle d'Aosta: “Le previsioni turistiche per quel che riguarda Pasqua – commenta Gérard – sono condizionate ovviamente dal tempo, anche se sicuramente dove si scia si prevede un buon finale di stagione”.

Buono come il complesso degli afflussi durante l'inverno, che sembra essere in linea con i numeri dello scorso anno: “I dati sono ancora provvisori e dovremo aspettare ancora un mese per avere quelli definitivi – spiega ancora il Presidente degli albergatori – ma la stagione è stata molto buona, in generale si può parlare di un buon periodo e l'aumento dei numeri degli impianti a fune parla da sé. La situazione invernale è stata più o meno stabile rispetto all'anno scorso, anche se alcune località, che non si basano sullo sci alpino, naturalmente 'soffrono' un po' di più. Le sensazioni generali, però, dicono che la stagione è stata buona e siamo in linea con i numeri straordinari dello scorso anno”.

Restano aperti per Pasqua e Pasquetta tutti i principali comprensori valdostani. Il 17 aprile sarà il giorno di chiusura per la stazione sciistica di Pila, che dovrebbe finire con la 'désarpa bianca', il tradizionale 'gigantone' aperto a tutti.

Pasquetta che vedrà la fine della stagione sciistica anche nei comprensori di Valtournenche e Courmayeur, mentre La Thuile fermerà gli impianti il giorno dopo, il 18 aprile

Martedì 18 aprile termina la stagione invernale anche nel comprensorio della Monterosa Ski con la chiusura del carosello principale, anche se le attività continueranno fino al 7 maggio grazie allo speciale calendario di aperture primaverili. Gli impianti delle tratte Stafal-Punta Indren e Alagna-Punta Indren – fa sapere la società – saranno aperti dal 22 al 25 aprile e dal 29 aprile al 1° maggio, giornate durante le quali saranno regolarmente preparate e battute anche le piste Salati, Olen, Bodwitch e Cimalegna, e nuovamente il 6 e 7 maggio per discese freeride. 

L'accesso al Monte Rosa ed ai suoi rifugi sarà garantito anche nelle giornate del 19, 20, 21, 26, 27, 28 aprile e 5 maggio con una corsa giornaliera in salita alle 15.00 da Stafal e da Alagna e contestualmente in discesa da Punta Indren. Tra le eccezioni c'è anche Breuil-Cervinia sulle cui piste si potrà sciare fino al 1° maggio.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>