Economia e lavoro

Raccolta differenziata, la Mont-Émilus replica alle critiche: “I dati 2017 confermano l’incremento”

Aosta -L'Unité guidata da Giovanni Barocco risponde alle accuse sollevate da Valle Virtuosa e annuncia: "A partire dal mese di febbraio saranno raddoppiati i punti di raccolta dell'organico presenti in ogni Comune".

Bidone raccolta differenziata rifiuti organici

Valle Virtuosa batte il colpo, l’Unité Mont- Émilus risponde. È lo stesso ente, in una nota, a ribattere alle critiche dell’associazione ambientalista che parlava della campagna “Obiettivo +70%” come di una “campagna elettorale” e definendola “inefficace”, “inutile” e piena di contraddizioni.

L’Unité Mont-Émilus ha, scrivono “elaborato i dati 2017 sulle percentuali della raccolta differenziata dei rifiuti, che confermano il raggiungimento di quota 61,2%. Vi è stato dunque un incremento del 7% della raccolta, rispetto al 54%del 2016”.

Un dato “positivo”, scrive l’ente presieduto da Giovanni Barocco: “frutto, prima di tutto, della sempre maggiore e positiva collaborazione dei cittadini dell’Unité, che si somma al completamento di tutte le postazioni di raccolta sul territorio, all’avvio della raccolta dell’umido presso le utenze selezionate (bar, ristoranti, mense, ecc.), alla distribuzione delle compostiere (sono ben 7.731 gli utenti che praticano il compostaggio domestico), alla creazione di una tariffa unica”.

Tariffa che “resterà invariata, nel 2018, rispetto al 2017, come deciso dal Consiglio dei sindaci a fronte dei risultati tecnico-economici raggiunti”, spiega ancora la Mont-Émilus. “Per quanto concerne la raccolta dell’organico – chiude la nota – a partire dal mese di febbraio saranno raddoppiati i punti di raccolta presenti in ogni Comune, nelle quali sono conferibili i sacchetti compostabili a norma.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>