Economia e lavoro

Aumenti autostrada, le proteste dei sindaci della Valdigne

Aosta -I primi cittadini di Courmayeur, Morgex, Pré-Saint-Didier, La Salle, La Thuile evidenziano la "situazione assurda, che continua a peggiorare, con orecchie sorde alle lamentele del territorio".

I sindaci dell’Unité des Communes Valdigne-Mont-Blanc tornano a protestare contro i rincari autostradali, definiti “folli”, “inopportuni” e “dannosi” per le comunità locali, per l’utenza, per tutto il sistema della Valdigne e non solo.

I primi cittadini di Courmayeur, Morgex, Pré-Saint-Didier, La Salle, La Thuile evidenziano la “situazione assurda, che continua a peggiorare, con orecchie sorde alle lamentele del territorio”.

I Sindaci sottolineano le proprie forti preoccupazioni sul piano della sicurezza stradale, “per il possibile incremento del traffico sulla SS26, per le conseguenze dell’indotto economico, oltre l’amarezza per la continua poca attenzione alle comunità locali e agli abitanti della Valle d’Aosta, in particolare per coloro che non sono in possesso del telepass, che non possono continuamente essere vessati per un servizio fondamentale come la mobilità”.

E ancora, “tale aumento penalizza, in un periodo economico già difficile per le famiglie, il traffico commerciale e turistico diretto verso la Valdigne”.

I primi cittadini confermano, quindi, di voler continuare a “portare avanti in tutte le sedi istituzionali e politiche queste criticità per dare voce ai problemi della Valdigne e trovare soluzioni rispettose e sostenibili per l’intera comunità e per il sistema valdostano.

logo AostaSera

Siamo un team di giornalisti quasi giovani, nati e cresciuti, lavorativamente parlando, sul web.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>