Cultura e spettacolo
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 1:16

All’Hôtel des États una mostra con i ritrovamenti fatti durante gli scavi Telcha

Aosta - L'esposizione dei manufatti trovati durante i lavori per il teleriscaldamento disegnano la storia di Aosta dall'età preromana fino ai giorni nostri.

La mostra Telcha

Parlare di archeologia preventiva e rileggere, attraverso il percorso di scavi di posa della rete del teleriscaldamento, la storia di Aosta partendo dai recenti ritrovamenti archeologici emersi durante i lavori.

Questo l'obiettivo della mostra “Archeologia preventiva per la città. Aosta e gli scavi per il teleriscaldamento”, inaugurata ieri pomeriggio alla Saletta espositiva dell'Hôtel des États in Piazza Chanoux e patrocinata dalla Regione Autonoma Valle d'Aosta, dal Dipartimento sopraintendenza per i Beni e le Attività culturali e dal Comune di Aosta, occasione per osservare le importanti tracce di epoca protostorica, di età romana e medievali che disegnano la storia del Capoluogo collegandosi direttamente alle trasformazioni dell'età moderna.

La mostra è ideata da Claudia De Davide, che si è occupata della progettazione e dell'allestimento assieme alla società di valorizzazione del patrimonio Akhet, con la supervisione scientifica di Alessandra Armirotti della Soprintendenza, direttrice dei lavori di scavo.

La mostra, ad ingresso gratuito, rimarrà aperta dal 15 ottobre al 13 novembre 2016 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00, dal martedì alla domenica.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>