Cronaca

Valanga su hotel dopo terremoto, inviati dalla Valle quattro uomini del Soccorso alpino della Gdf

Sono in servizio alla stazione del Soccorso Alpino delle Fiamme gialle di Entrèves (Courmayeur).

Nelle zone terremotate, ed in particolare in quella dell'albergo sventrato ieri da una valanga a Rigopiano (nel pescarese), i problemi sono soprattutto maltempo e neve. Per rendere ancora più efficaci i soccorsi, il comando generale della Guardia di Finanza, in coordinamento con la Protezione civile, sta facendo convergere là uomini specializzati negli interventi in montagna.

Quattro sono partiti anche dalla Valle d'Aosta, in mattinata. Sono in servizio alla stazione del Soccorso Alpino delle Fiamme gialle di Entrèves (Courmayeur). "Al momento, – ci dice al telefono poco dopo le 13 il loro comandante, Delfino Viglione, egli stesso tra i finanzieri in viaggio – siamo a Bologna. Ci vorranno altre tre ore circa per arrivare nell'area delle operazioni".

Le immagini che arrivano da Rigopiano sono drammatiche. La struttura, isolata perché immersa nella natura per offrire relax alla clientela, è stata raggiunta solo nella scorsa notte dai Finanzieri de L'Aquila, con gli sci: nella zona imperversa la tormenta ed è caduta molta neve, aprire un varco stradale si è rivelato impossibile.

L'hôtel è stato in parte demolito dalla slavina. Le vittime dell'incidente potrebbero quindi trovarsi sia nelle macerie, sia essere stati portati via dalla massa nevosa, finendo nell'area circostante. Condizioni che rendono preziose le competenze degli uomini del SAGF, addestrati all'intervento in montagna, su valanghe, e a compiti specifici, come la ricerca con i cani.

I finanzieri di Entrèves si muovono con i mezzi del Corpo, perché – a differenza delle prime emergenze terremoto – in questo caso è necessaria anche la disponibilità di equipaggiamenti e dotazioni maggiormente strutturati, che mal si prestano ad essere caricati su elicotteri. "Abbiamo con noi – aggiunge il sottufficiale Viglione – gli strumenti per intervenire in una situazione del genere, comprese delle barelle".

Al momento, il bilancio della calamità di Rigopiano (manca la certezza scientifica che le forti scosse di terremoto abbiano provocato il distacco della neve, ma di certo la sollecitazione dei pendii è stata delle più intense) è di tre vittime e due superstiti. Con l'affluire delle risorse, i soccorsi dovrebbero divenire ancora più veloci.

Dall'altra stazione del SAGF esistente in Valle, quella di Breuil-Cervinia, è stato sospeso l'invio del personale, a causa del lutto che ha colpito il comandante, Massimiliano Giovannini, i cui figli di 16 e 18 anni hanno perso la vita stamane in un incidente stradale, evento che ha segnato la comunità della Valtournenche e le Fiamme gialle che vivono e lavorano ai piedi del Cervino.

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>