Cronaca

Sicurezza: il futuro Questore di Aosta visita il Centro Operativo Misto della Fiera

Aosta - Andrea Spinello è arrivato in Valle oggi e, attorno alle 16, si è recato nella “sala di regia” della manifestazione allestita in via De Tillier. Analoga visita venne compiuta, due anni fa prima dell’insediamento, dal predecessore Ostuni.

Il futuro questore Spinello (a sx) con il vicario Dragotto all'uscita dal Com.

E’ arrivato ad Aosta oggi, mercoledì 31 gennaio, e domani si insedierà come nuovo Questore, il dirigente superiore di Polizia Andrea Spinello. Giungere in Valle nei giorni dedicati alla Fiera di Sant’Orso, per chi assume la responsabilità gli uffici di corso Battaglione, significa poter prendere coscienza della realtà che si è chiamati a dirigere nel momento in cui è a livelli sostenuti di impegno, elemento ancor più vero per questa 1018a edizione, in cui la millenaria è stata pianificata ed organizzata sulla base della “circolare Gabrielli” in materia di prevenzione.

Così, con con una scelta che già fu compiuta due anni fa dal predecessore Pietro Ostuni, il futuro Questore ha visitato il Centro Operativo Misto di via De Tillier, vera “sala di regia” della “Foire” per tutti i profili ad essa legati, dalla sicurezza alla viabilità, passando attraverso eventi sanitari e logistici. Spinello è arrivato attorno alle 16, trovando ad accoglierlo il vicario Nicolò Dragotto e accompagnato dal Capo di Gabinetto, il vicequestore Augusto Canini.

Si è trattenuto nei locali del Centro, presenti anche le dirigenti della Squadra mobile Eleonora Cognigni e della Divisione  anticrimine Ornella De Santis, per circa un quarto d’ora, "toccando con mano" il dispositivo interforze approntato per la Fiera 2018. Con un’affluenza che, al momento, si attesta attorno ai 100mila visitatori, numero elevato ma complessivamente in calo rispetto allo scorso anno (un dato tutto sommato fisiologico, vista la corrispondenza dell’appuntamento con due giorni feriali), la Fiera – a quanto si apprende – non ha visto sinora gli operatori del Centro confrontati ad emergenze o problematiche di rilievo.

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>