Cronaca

Scuola allagata, in mattinata la decisione sulla riapertura. Polemiche sulle cause

Aosta - L’edificio allagato a causa di un miscelatore dell’acqua calda saltato durante il weekend è stato chiuso lunedì mattina e anche oggi gli studenti resteranno a casa.

Isitip scuola allagata

Si conoscerà entro la fine della mattinata o al più tardi nel primo pomeriggio la decisione della commissione incaricata di valutare l’agibilità della scuola Itpr di viale Chabod. L’edificio allagato a causa di un miscelatore dell’acqua calda saltato durante il weekend è stato chiuso lunedì mattina e anche oggi gli studenti resteranno a casa. La ditta incaricata ha lavorato lunedì pomeriggio e tutto ieri smontando la controsoffittatura danneggiata dall’infiltrazione d’acqua. I danni sono ingenti ma ancora non esiste una stima precisa. “Oggi i periti ci faranno avere le relazioni sull’idoneità statica e impiantistica” spiega l’Assessore regionale alle Opere pubbliche Stefano Borrello.

Ieri sulla propria pagina Facebook l’ex Assessore Mauro Baccega, di ritorno da un sopralluogo nella scuola, scriveva: “Mi sono confrontato con il responsabile della sicurezza, con il Dirigente scolastico e con alcuni operai della ditta impegnata nel ripristino delle controsoffittature.  Mi hanno riferito che non si è trattato di una perdita delle tubature ma di un rubinetto del bagno dei disabili che si è svitato o è stato svitato o è stato montato male”.

Parole che oggi vengono però smentite da Piergiorgio Venturella, responsabile della sicurezza dell’Istituto. “Non capisco perché mi si attribuiscano delle affermazioni da parte del consigliere Baccega e da parte di altri” spiega “Io mi occupo della sicurezza di quest’istituto, la mia presenza era per consentire all’impresa di lavorare.  Non mi occupo di altro e non capisco per quale ragione sono stato tirato in ballo per valutazioni che non mi competono e di cui non mi occupo. L’origine del problema sta nell’impianto del rubinetto ma le motivazioni per cui è successo non le conosco e non sono esperto per poterle valutare”. 

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>