Cronaca
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 2:03

Scialpinista disperso in un crepaccio, poche le speranze di ritrovarlo in vita

Gressoney-La-Trinité - Con il calar del buio sono state sospese le ricerche. Per i soccorritori è molto improbabile trovare il ragazzo ancora in vita. Le operazioni, complicate da nubi e maltempo, riprenderanno domattina.

Operazioni di ricerca dello scialpinista disperso in un crepaccio

Dopo aver cercato di recuperarlo, non senza difficoltà, dovute alla scarsa visibilità e al vento in quota, con il calar del buio i soccorritori hanno sospeso le ricerche dello scialpinista caduto in un crepaccio sul Monte Rosa, nella zona a monte della Capanna Gnifetti.

Il disperso è un ragazzo di età attorno ai 18 anni, straniero. Ad accompagnarlo in Valle d'Aosta, i genitori. La madre era rimasta in albergo, mentre padre e figlio erano partiti assieme per una giornata dedicata allo scialpinismo. In fase di rientro, l'incidente, poi le ricerche e la decisione di fermarle poco fa. Ad allertare i soccorsi è stato il padre stesso del ragazzo intorno alle 15 di oggi.

Le squadre di terra del SAV, del Soccorso Alpino Piemontese e della stazione SAGF di Alagna, partite dopo che l'elicottero aveva incontrato problemi a sorvolare l'area, a causa delle nubi addensatesi improvvisamente, hanno quindi iniziato il rientro, sfruttando le ultime luci del giorno, accompagnando a valle anche il padre del giovane, rimasto con le guide nell'area a circa 3800 metri di quota.

La cavità in cui lo scialpinista è caduto risulta di grandi dimensioni e molto profonda. Il ponte di neve che ha ceduto, trascinando il giovane nelle viscere del ghiaccio, lo ha sepolto e questo, assieme alle difficoltà ambientali incontrate durante le operazioni, non ha reso possibile estrarlo sinora. I soccorritori, che oggi sono scesi nel crepaccio e lo hanno esplorato per una trentina di metri, ritengono peraltro molto improbabile trovare il ragazzo ancora in vita.

L'intervento di recupero riprenderà domattina, quando per guide e tecnici sarà possibile lavorare in sicurezza, vista la complessità della situazione.

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>