Cronaca
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 1:05

Migliorano le condizioni di Antonio Fosson: i medici sciolgono la prognosi

Aosta - Il consigliere regionale, colpito da ischemia miocardia nella notte tra venerdì e sabato, lascerà presto l’Unità di terapia intensiva coronarica per il reparto di degenza, dove proseguirà le cure.

Antonio Fosson

Come preannunciato nel bollettino medico diffuso ieri, è stata sciolta la prognosi del consigliere regionale Antonio Fosson, colpito da ischemia miocardica nella notte tra venerdì e sabato scorsi. Alla base della decisione, secondo quanto appreso da fonti sanitarie, vi è il progressivo miglioramento delle condizioni dell’ex assessore regionale alla Sanità, che – giunto al “Parini” dopo aver accusato il malore – era stato sottoposto ad un’angioplastica coronarica con impianto di due stent medicati. 

A seguito dell’intervento, Fosson, 64 anni, medico chirurgo e maestro di sci, era stato ricoverato nell’Unità di terapia intensiva coronarica, con i sanitari che si erano riservati la prognosi. Secondo il primo bollettino diffuso dalla direzione sanitaria dell’Usl, l’intervento aveva “avuto un ottimo risultato, ristabilizzando il flusso coronarico alla zona cardiaca interessata” e il quadro del paziente era “clinicamente stabile”. 

Anche i familiari, nel ringraziare i numerosi valdostani che hanno espresso la loro vicinanza sui social network non appena appresa la notizia, avevano confermato ieri sera le condizioni: “la degenza prosegue regolarmente – ha scritto la sorella Anna, in un post su Facebook – e stasera siamo riusciti a scambiare qualche battuta”.

Con lo scioglimento della prognosi, Fosson sarà a breve trasferito nel reparto di degenza, dove resterà alcuni giorni per la prosecuzione delle cure. Seguirà quindi, come è previsto per la patologia che lo ha colpito, un percorso post-infartuale e di riabilitazione.

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>