Cronaca

Litigando per il telefonino, cadono da una terrazza: entrambi gravi in rianimazione

Aosta - La lite, in via Chambéry ad Aosta, la scorsa notte alle 2.30. I protagonisti - due uomini di 30 e 32 anni, di origine marocchina - sono precipitati da 5 metri di altezza. Dopo le visite, il ricovero in prognosi riservata per politrauma e trauma cranico.

Lo Slot Café, sala giochi via Chambéry,

Lite che rischia di avere conseguenze tragiche, quella scoppiata la scorsa notte, tra due uomini di origine marocchina, ad Aosta. Erano le 2.30, in via Chambéry, quando la violenta disputa tra un trentenne residente in città ed un trentaduenne domiciliato a La Salle, si è innescata, sembra a seguito del fatto che uno abbia sottratto il telefonino all’altro. Ad un certo punto – a quanto si apprende – i due, nella foga della colluttazione ed annebbiati dall’alcool, sono caduti dal terrazzo di un sala slot della zona.

Un volo di circa cinque metri, finito sul marciapiede della via. Il 118 e le forze dell’ordine sono state allertate dal personale del locale e sono accorsi sul luogo. Le ambulanze hanno trasportato i due all’ospedale, dove – dopo le prime visite in Pronto soccorso – le condizioni sono apparse gravi e i medici hanno deciso per il ricovero in rianimazione, in prognosi riservata. La diagnosi per entrambi è di politrauma e trauma cranico.

Carabinieri e Polizia hanno invece iniziato il meticoloso lavoro di ricostruzione dell’accaduto, raccogliendo le prime testimonianze. “Sui fatti – sottolinea Pietro Ostuni, Questore di Aosta – indaga la Squadra mobile. All’appello mancano ancora diverse informazioni, a partire dal fatto se i due fossero soli, o meno. Al momento, la posizione di uno (titolare di permesso di soggiorno, mentre l’altro ha cittadinanza italiana) è al vaglio dal punto di vista amministrativo, rispetto alle norme sull’immigrazione”.

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>