Cronaca

Incidente sul lavoro in val d’Ayas, la Procura indaga per omicidio colposo aggravato

Aosta - Gli accertamenti del pm Carlo Introvigne mirano a verificare eventuali violazioni delle norme sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro, da parte dei responsabili del cantiere di Persiac e della sicurezza. Disposta l’autopsia.

Il luogo dell'incidente

La Procura di Aosta indaga per omicidio colposo aggravato a seguito dell’incidente sul lavoro verificatosi nel pomeriggio di ieri, mercoledì 25 ottobre, a Persiac (in Val d’Ayas), nel quale ha perso la vita Piero Jaccod, artigiano 44enne di Ayas, ed è rimasto ferito Flavio Heresaz, 46enne dello stesso comune che era al lavoro con lui.

Le indagini. coordinate dal Pubblico ministero Carlo Introvigne, che ha compiuto dopo la tragedia un sopralluogo nel villaggio a Champoluc, mirano ad accertare eventuali addebiti penali a carico dei responsabili del cantiere e della sicurezza (in fase di individuazione), derivanti da possibili violazioni delle norme sulla prevenzione degli infortuni sul lavoro. Per questo, oltre ai Carabinieri della stazione di Brusson, l’attività inquirente coinvolge anche il competente servizio dell’Unità Sanitaria Locale della Valle d’Aosta.

Il Sostituto procuratore ha inoltre disposto l’autopsia sulla vittima dell’incidente, affinché vengano stabilite con esattezza le cause della morte. L’incarico al medico legale Maurizio Castelli verrà affidato nel pomeriggio di oggi. All’esame, previsto per domattina, potranno intervenire, attraverso consulenti di parte, i familiari di Jaccod e le persone che verranno nel frattempo formalmente indagate.

L’incidente si è verificato nel primo pomeriggio. Jaccod ed Heresaz erano al lavoro in uno scavo, lungo ed alto circa due metri e mezzo, effettuato per collegare una tubazione fognaria ad una vicina stalla in costruzione, non lontano dal parco giochi della frazione. Improvvisamente, una massa di terra è crollata, seppellendo uno dei due artigiani e intrappolando parzialmente l’altro, che poi è riuscito a liberarsi ed è stato soccorso. Piero Jaccod lascia la moglie e due figli. 

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>