Cronaca
Ultima modifica: 20 giugno 2018 alle ore 4:42

Inchiesta Casinò: iniziata alla Corte dei conti l’udienza sui sequestri

Aosta - La discussione di stamattina è mirata alla revisione, modifica o revoca del blocco di conti, beni e stipendi scattato nei confronti dei 21 coinvolti nel giudizio contabile.

Udienza Corte dei Conti su sequestro conti

Ha preso il via poco dopo le 10 di oggi, mercoledì 21 marzo, negli uffici di piazza Romcas della Corte dei Conti, l'udienza, presieduta dal giudice Alessandra Olessina, per la conferma, la modifica o la revoca del decreto di sequestro conservativo scattato nei confronti dei convenuti in giudizio per i finanziamenti regionali alla Casa da gioco di Saint-Vincent.

Il provvedimento, chiesto dal procuratore Roberto Rizzi e accordato dal presidente della Sezione giurisdizionale Pio Silvestri, era stato notificato lo scorso 7 marzo a ventuno consiglieri regionali, dell'attuale legislatura e delle precedenti, cui la Procura regionale contesta un danno erariale da poco meno di 140 milioni di euro. L'udienza per il merito è fissata per il prossimo 27 giugno.

Per la discussione in Camera di consiglio (a porte chiuse) di stamane sono presenti una dozzina di legali, in rapppresentanza dei convenuti in giudizio, alcuni dei quali hanno depositato memorie negli scorsi giorni. L'appuntamento odierno coinvolge inoltre gli avvocati individuati dalle Amministrazioni e degli enti ai quali il decreto di sequestro impone la trattenuta del quinto su stipendi, indennità, vitalizi o pensioni.

Con l'atto di inizio marzo era stato anche disposto, ai ventun convenuti in giudizio, il blocco di 151 beni immobili, per un valore nominale di oltre 6 milioni (superiore ai 20 milioni quello di mercato), nonché di  81 conti correnti, titoli ed investimenti.

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>