Cronaca

Inchiesta Bcc, il presidente Linty e il consigliere Cossard si auto-sospendono

Aosta - In attesa della convocazione di un'assemblea di soci della Bcc. Nel frattempo il Cda rinnova la fiducia a Linty e Cossard.

Il Presidente BCC Marco Linty

In attesa di un'assemblea dei soci, che a breve verrà convocata, Marco Linty e Martino Cossard, rispettivamente presidente e consigliere della Bcc hanno deciso di auto – sospendersi, dopo la condanna di primo grado a un anno, pena sospesa, per induzione indebita a dare o promettere utilità

Il Cda dell'Istituto di credito si è riunito lunedì 13 novembre, in seduta straordinaria, per ricevere comunicazione dell'esito del procedimento penale. Sentenza che Cossard e Linty hanno annunciato di voler appellare. 

"Alla luce di quanto esposto il CdA, già a conoscenza di tutte le attività condotte per giungere allo spostamento della filiale di Fénis – spiega una nota –  così come dell'insieme degli atti adottati, fin dal 2004, per addivenire alla razionalizzazione delle filiali sul territorio, ha espresso piena solidarietà ai due amministratori e rinnovato il sentimento di immutata fiducia e stima, peraltro già espresso lo scorso anno in occasione della notifica, agli stessi, del provvedimento di conclusione indagini preliminari."

39 anni, giornalista professionista e mamma di tre pesti. Appassionatamente curiosa. Adoro cucinare ma anche mangiare. Quando non sono in redazione mi trovate in montagna oppure su un divano con il mio inseparabile ebook reader.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>