Cronaca

E’ morto nel pomeriggio il 61enne di Challand-St-Anselme feritosi con una pistola

L’uomo, Augusto Champorney, è deceduto all'ospedale "Parini", dove era arrivato in condizioni disperate, dopo essere stato soccorso in casa. Sull’accaduto indagano i Carabinieri. L’ipotesi maggiormente accreditata è quella del suicidio.

Carabinieri (foto d'archivio)

Non ce l’ha fatta Augusto Champorney, il 61enne di Challand-Saint-Anselme arrivato stamattina all’ospedale di Aosta, in condizioni disperate, dopo essersi ferito con una pistola. L’uomo, raggiunto al capo da un proiettile partito dall’arma che aveva tra le mani, era giunto incosciente al “Parini” nella mattinata di oggi, mercoledì 12 aprile, dopo essere stato soccorso in casa sua, in frazione Tilly, dove Carabinieri e 118 (intervenuto con l’elicottero) erano accorsi, allertati da un familiare che, da una stanza vicina, aveva sentito lo sparo. La sua situazione è apparsa critica da subito ai sanitari, al punto che non è stato possibile tentare un intervento operatorio d’urgenza. Champorney è deceduto nel pomeriggio. Sull’accaduto indagano i Carabinieri del Comando stazione di Brusson. L’ipotesi maggiormente accreditata, al momento, è quella di un gesto compiuto con intento suicida.

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>