Cronaca
Ultima modifica: 20 Giugno 2018 alle ore 1:53

Due Vigili del fuoco feriti durante lo spegnimento di un incendio a Quart

Quart -L’allarme è scattato verso l’1.30 di stanotte, a Porsin, sopra Trois-Villes. I due sono stati investiti dalla parete di un fienile, crollata improvvisamente. Le loro condizioni non sono preoccupanti. Il fienile è andato completamente distrutto nel rogo.

Incendio abitazione e fienile Quart Porsan

Due Vigili del fuoco del comando di Aosta sono in ospedale, da stanotte, per le ferite riportate nel crollo improvviso di una parete che li ha investiti, mentre stavano spegnendo, con altri colleghi, un incendio in un fienlie a Porsan, frazione di Quart sopra Trois-Villes.

Le loro condizioni, malgrado la dinamica dell’accaduto, tale da causare gravi conseguenze, non sono preoccupanti. R.P. è stato ricoverato nel reparto di chirurgia d'urgenza con una prognosi di 7 giorni per policontusioni mentre A.S. si trova in ortopedia e traumatologia per un trauma al braccio con una prognosi di 30 giorni. 

L’allarme è scattato verso l’1.30 della mattinata di oggi, 26 gennaio. Le fiamme sono divampate nel fienile a fianco di un’abitazione isolata. L’incendio era di vaste proporzioni, tanto che il bagliore si notava nitidamente dalla zona di Saint-Christophe. 

Il fienile è andato completamente distrutto, crollando. Il rogo si stava poi propagando alla vicina abitazione, ma l’intervento dei Vigili del fuoco ha permesso di circoscrivere le fiamme e fermarle. Oltre ai due pompieri feriti, non si registrano altre persone coinvolte. Le operazioni di spegnimento e bonifica sono ancora in corso, così come l’accertamento sulle cause dell’incendio. 

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>