Cronaca
Ultima modifica: 20 Giugno 2018 alle ore 4:07

Due intossicati per il monossido di carbonio in un’abitazione a Quart

Si tratta di due ragazzi di 23 e 21 anni. Dopo i soccorsi all’ospedale di Aosta, sono stati trasferiti in una clinica del novarese, per la terapia in camera iperbarica. Alla base dell’intossicazione, il malfunzionamento di una stufa a legna.

intossicazione da monossido di carbonio

Sono attualmente sottoposti a terapia iperbarica, in una clinica di Fara Novarese, un ventitreenne e una ventunenne colpiti da intossicazione accidentale da monossido di carbonio in un’abitazione di Quart. I due ragazzi sono stati trasferiti nel pomeriggio di ieri, mercoledì 3 gennaio, nella struttura piemontese dopo essere giunti, attorno alle 11 del mattino, all’ospedale di Aosta.

A quanto si apprende da fonti della clinica novarese, i due pazienti “sono stati esposti per circa venti ore al fumo proveniente da una stufa a legna, fatta funzionare nonostante l’evidente malfunzionamento e mantenendo le finestre dell’abitazione aperte”. Nell’abitazione, secondo quanto riferito ai soccorritori, erano presenti altre due persone, che hanno “tuttavia rifiutato il ricovero ospedaliero”.

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>