Cronaca

Caso Longarini, la Procura di Milano chiede il processo

Aosta - Il pm Polizzi ha inoltrato la richiesta di rinvio a giudizio per i tre imputati - Longarini e gli imprenditori Cuomo e Barathier - nell'ambito del primo filone di indagine in cui si contesta il reato di induzione indebita a dare o promettere utilità.

Pasquale Longarini

“Affaire Longarini”, si andrà a processo. La Procura di Milano – tramite il pm Giovanni Polizzi – ha infatti inoltrato la richiesta di rinvio a giudizio per l'ex procuratore facente funzioni di Aosta Pasquale Longarini, così come per l'imprenditore Gerardo Cuomo e per Sergio Barathier

Il pm ha inoltrato la richiesta di rinvio a giudizio per i tre imputati nell'ambito del primo filone di indagine in cui si contesta il reato di induzione indebita a dare o promettere utilità.

Fino al 31 gennaio 2016, si legge nel capo di imputazione, Longarini, "abusando delle sue qualità o dei poteri di pubblico ufficiale" in quanto stava trattando "un procedimento penale a carico di Barathier per gravi reati, in accordo con Cuomo, sollecitava" il primo – titolare dell'albergo Royal e Golf di Courmayeur – "ad effettuare forniture di prodotti dal Caseificio valdostano", il cui titolare è Cuomo, per l'hotel di lusso. Operazione andata a buon fine in quanto, si legge ancora: "in effetti Barathier procedeva, assumendo ordini del valore di circa 70-100 mila euro".

Longarini – che attualmente ricopre il ruolo di giudice al Tribunale di Imperia – è indagato anche per rivelazione di segreto d'ufficio e favoreggiamento. La decisione in merito, ora, spetterà al giudice per l’udienza preliminare

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>