FOTOCronaca
Ultima modifica: 20 settembre 2018 alle ore 13:54

Carabinieri da 204 anni, l’album delle celebrazioni in Valle d’Aosta

Aosta - Si è tenuta ieri ad Aosta, nella sede del comando Gruppo, la cerimonia per l’anniversario di fondazione dell’Arma. Il comandante Caminada ai reparti: “uomini e donne di valore non lo si diventa per coincidenza”.

Anche in Valle d’Aosta, come nel resto d’Italia, una cerimonia ha sottolineato ed esternato l’orgoglio dell’Arma dei Carabinieri per il suo 204° anniversario della fondazione. Si è svolta nel pomeriggio di ieri, martedì 5 giugno, alla caserma del Gruppo Aosta, in via Clavalité, nel capoluogo regionale.

Dinanzi ad una compagnia schierata, presenti le autorità e le delegazioni delle associazioni combattentistiche e d’Arma, il comandante del Gruppo, il tenente colonnello Emanuele Caminada, ha ribadito l’obiettivo, condiviso con le altre forze dell’ordine e di polizia, “di rendere sempre più sicura la nostra regione”.

“In una realtà dove sovente si parla più di sicurezza percepita che di sicurezza rilevata, – ha affermato l’ufficiale – dove calano gli indici dei reati, ma la popolazione ha sempre più timore, la gente ha bisogno di riappropriarsi della credibilità delle istituzioni e per questo sono importanti gli esempi. Si può essere eroi anche per caso, ma uomini e donne di grande valore non lo si diventa per coincidenza, ma è il frutto di anni di lavoro e sacrificio”.

La cerimonia si è quindi chiusa con la consegna degli apprezzamenti del Comandante del Gruppo alle unità, distintesi per risultati di rilievo: il Nucleo informativo e il Nucleo investigativo del Reparto operativo (rispettivamente, per la raccolta di informazioni che hanno contirbuito all’emissione di interdittive antimafia e per le indagini su reati contro la pubblica amministrazione); l’aliquota operativa del Nucleo operativo Radiomobile della Compagnia di Aosta (per l’inchiesta sulle “spaccate” in alcuni negozi); il Nucleo operativo Radiomobile della Compagnia di Saint-Vincent/Châtillon, assieme al comando stazione di Brusson (per aver individuato i responsabili di alcuni furti in attività commerciali della zona).

La cronaca non dorme mai. Cerco di tenerlo a mente e l’insonnia atavica è preziosa alleata. 45 anni, a lungo addetto stampa di enti ed istituzioni, quando non sono in Tribunale o Procura inseguo la sufficienza come papà, marito e radioamatore. Per il resto, fotografia (meglio se velivoli), sport americani e una sola certezza: il mondo va oltre Pont-Saint-Martin.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>