Brevi

Treni bimodali, la presentazione il 15 giugno

Aosta - Saranno presentati tra meno di un mese i treni ordinati dalla Regione, al momento sottoposti a collaudi e test in Toscana, e che entreranno in funzione tra un anno, nel maggio 2018.

La simulazione di un treno bimodale

Saranno presentati il 15 giugno 2017, al termine dei collaudi fatti in Toscana, i Flirt3 BMU della società svizzera Stadler, ovvero i famosi treni bimodali che la Regione ha ordinato per evitare la 'rottura di carico' ad Ivrea, con tanto di cambio treno.

L'annuncio è arrivato ieri pomeriggio, a margine della conferenza stampa sulla riqualificazione della stazione, da parte de Direttore regionale di Trenitalia Luca Zuccalà.

I bimodali, grazie al loro funzionamento separato tramite sia un motore diesel che uno elettrico, possono transitare sia sulla rete elettrificata, che da Ivrea porta a Torino, sia sulla tratta valdostana non elettrificata. I bimodali entreranno però ufficialmente in funzione solamente nel 2018 – la data di riferimento rimane sempre maggio del prossimo anno – e porteranno ad un risparmio di dieci minuti sulla tratta Aosta-Torino.

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>