Brevi, Sport

Finale scudetto serie C, l’Olimpia lotta ma cede gara 1 al tie break

Aosta - La partita tra i gialloblù e l’Erreesse Pavic è stata equilibrata e combattuta, con il quinto set finito 22-20. Sabato ad Aosta gara 2 per sperare nella “bella”, con il Pala Peila Pressendo che si preannuncia una bolgia.

Bruno Tex Olimpia

Gara 1 della finale scudetto di serie C non sorride al Bruno Tex Olimpia. Nell’incontro giocato ieri sera a Romagnano Sesia i padroni di casa dell’Erreesse Pavic si impongono sulla squadra guidata dal tandem Grosjacques-Carvalho al tie break, obbligando gli aostani a compiere l’impresa in gara 2 per arrivare alla “bella”.

L’Erreesse Pavic, prima in campionato durante la regular season, si era anche aggiudicato i due incontri di campionato, vincendo 3-2 in trasferta e 3-1 in casa. La partita di ieri sera è stata equilibrata e combattuta fino all’ultimo, con i padroni di casa vincenti nel primo set per 25-23. L’Olimpia reagisce e si aggiudica il secondo set 25-18, per poi cedere 25-21 il terzo. Un ottimo quarto set vinto 25-20 porta il match al tie break. Un tie break lunghissimo e giocato punto a punto, andato ai piemontesi per 22-20.

Sabato sera alle 20.30 il Pala Peila Pressendo sarà una bolgia: se l’Olimpia dovesse vincere con due o più set di scarto si andrà a gara 3 mercoledì 30, sempre in casa.

Dopo una laurea in Lingue e Letterature Straniere ed un Dottorato di ricerca in letteratura francese, nel 2016 sono entrato a far parte di AostaSera come collaboratore. Mi occupo soprattutto di sport e, vista la mia voglia di sperimentare, ho iniziato a provare diverse discipline. Il britpop ed i romanzi esistenzialisti sono stati il punto di partenza della mia formazione culturale.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>