Brevi, Politica

Area Civica-Sa-Pnv rispediscono le critiche all’ex maggioranza: “Ereditata situazione debole”

Aosta - “Lo stupore dei gruppi consiliari di minoranza avrebbe dovuto arrivare tempo fa, quando mancava una solida presenza negoziale a Roma e anche in occasione del mancato accordo con lo Stato, che ha prodotto il Decreto che ci sottrae 144 milioni".

Nuovo gruppo Area civica, Stella Alpine e PnV

“Lo stupore dei gruppi consiliari di minoranza avrebbe dovuto arrivare tempo fa, quando mancava una solida presenza negoziale a Roma e anche in occasione del mancato accordo a fine febbraio 2017 con lo Stato, che ha prodotto poi il Decreto che ci sottrae 144 milioni di euro

A rispondere – sempre via nota stampa – alla minoranza in Consiglio Valle formata da Uv, Pd e M5s sono stati i consiglieri del gruppo Area civica-Stella Alpina-Pour Notre Vallée: “Il Governo regionale nato il 10 marzo scorso – scrivono dopo la criticata audizione del Presidente Marquis e dell'assessore Chatrian di oggi in II^ Commissione – ha ereditato una situazione di rapporti deboli e frammentati con lo Stato nonché un mancato negoziato di primavera” e, aggiungono “ha quindi cercato di porvi rimedio con un ricorso alla Corte costituzionale e con un lavoro di ricostruzione di relazioni con lo Stato che ci auguriamo sia sostenuto anche dai gruppi di minoranza nell’interesse della Valle d’Aosta e della fase attuale di preparazione della legge di bilancio”.

Tag:

Classe 1981, giornalista pubblicista. Ho studiato all’Università di Bologna ma non abbastanza.
Scrivo quello che c’è da scrivere, in genere di politica. Amo David Foster Wallace e indosso sempre gli occhiali da sole.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>