Comune
Ztl, dal 1° marzo le nuove disposizioni per il traffico di Aosta
Aosta - Le principali novità riguardano l’abolizione dei contrassegni di tipo “B” e “TRA” accomunati nella nuova categoria “TR” e la tariffa di 5 euro al giorno con l’obbligo, già previsto lo scorso anno, di comunicare l’avvenuto accesso entro 10 giorni.

Dal prossimo giovedì 1° marzo entrerà in vigore, ad Aosta, la nuova disciplina delle Ztl. A comunicarlo, dopo la conferenza stampa di venerdì che illustrava gli ultimi ritocchi, è la stessa amministrazione del Capoluogo. “In seguito a tale data – scrive il Comune – per rinnovare la validità dei contrassegni scaduti a fine 2017, oltre al pagamento della tariffa Ztl relativa al proprio contrassegno, sarà necessario re-istruire la pratica assolvendo l’imposta di bollo e i diritti di istruttoria”.

Le operazioni di rinnovo possono essere svolte online allegando il pagamento, oppure direttamente nella sede dell’ufficio Ztl dove si può ritirare materialmente il contrassegno.

L’Ufficio – sotto i portici del Municipio, nei pressi dello “scalone” che fungeva da accesso al Palazzo comunale – è aperto il lunedì, martedì e mercoledì dalle 8.30 alle 14, il giovedì dalle 8.30 alle 15, il venerdì dalle 8.30 alle 13.30, il sabato dalle 9.30 alle 12.

La documentazione invece è scaricabile direttamente dal sito del Comune www.amicoincomune.it scheda n.31 ZTL oppure compilabile nella sede dell’ufficio Ztl. Per tutte le informazioni del caso è possibile rivolgersi all’Ufficio chiamando i numeri 0165-300.705/707/708 o tramite e-mail all’indirizzo ztl@aps.aosta.it.

“Si rammenta che nei mesi scorsi sono state introdotte significative modifiche alla disciplina delle Ztl – scrive il Comune in una nota – in seguito ulteriormente riviste per venire incontro alle esigenze dei residenti e egli operatori economici. I contrassegni rilasciati e/o rinnovati precedentemente all’entrata in vigore delle ultime modifiche alle Norme di gestione Ztl saranno comunque validi, e ricomprenderanno tutte le novità introdotte nel frattempo”.

Le principali novità riguardano l’abolizione dei contrassegni di tipo “B” e “TRA” accomunati nella nuova categoria “TR” e riservata ai titolari di attività commerciali e artigianali che non possano avvalersi del servizio di “City Porto” o degli appositi stalli di carico e scarico predisposti all’esterno delle Ztl. Per questa categoria si prevedevano due soste di 30 minuti, la seconda delle quali, ricomprendente le “vecchie” seconda e terza fascia, è stata estesa dalle 4 alle 10.30.

Inoltre – segnalano ancora da piazza Chanoux – è stata introdotta una tariffa di 5 euro al giorno, con l’obbligo, già previsto lo scorso anno, di comunicare l’avvenuto accesso entro il termine di 10 giorni, con un tetto massimo per operatore di 500 euro (ovvero 100 accessi), raggiunto il quale l’accesso sarà gratuito.

Sempre entro 10 giorni è possibile regolarizzare l’eventuale occupazione del suolo pubblico qualora la sosta fosse superiore è superiore a mezz’ora. Al contrassegno possono essere associati i veicoli beni strumentali dell’attività, i veicoli intestati ai titolari, ai soci e, in mancanza, a un solo veicolo di un dipendente.

Per il rinnovo dei contrassegni di tipo “A” è possibile dichiarare i requisiti per un posto auto/autorimessa compilando l’apposito campo del modulo “Richiesta rilascio contrassegno tipo A”, scaricabile dal sito dell’amicoinComune oppure compilabile direttamente nella sede dell’ufficio Ztl.

I possessori dei contrassegni di tipo “C” (residenti anagraficamente rilevabili nelle Ztl, assistenza provati ad anziani residenti) hanno a disposizione due fasce orarie per l’accesso - 4-10.30 e 19.30-22.30. Per loro è prevista un’agevolazione per la sosta nelle zone blu o in struttura valida per due veicoli di ogni nucleo familiare residente. I possessori dei contrassegni di tipo “D” (esercenti di attività commerciali e di artigianato con sede nelle Ztl) hanno a disposizione due fasce orarie per l’accesso, 4- 10.30 e 14.30-15.30. Al contrassegno possono essere associati i veicoli beni strumentali dell’attività, i veicoli intestati ai titolari, ai soci e, in mancanza, a un solo veicolo di un dipendente. Anche per loro è prevista un’agevolazione per la sosta nelle zone blu o in struttura valida per due veicoli.

Tra le novità il Comune ha stralciato la previsione del libero accesso tra le ore 7 e le ore 8 e soppresso gli stalli per autorizzati all’interno delle Ztl. “L’accesso alle Zone a Traffico Limitato – scrive l’Amministrazione – è consentito solo per le operazioni di carico/scarico (sia attività economiche che privati), o per recarsi presso la propria abitazione o l’autorimessa o posto auto di proprietà. A tale proposito, il numero di stalli per il carico/scarico nella fascia esterna più prossima alle Ztl è stato incrementato di 1/3, fino a raggiungere il numero di 88 postazioni. In luogo degli stalli Ztl verranno posizionati elementi di arredo (panchine, rastrelliere per bici, fioriere), a cominciare da piazza Giovanni XXIII e dalle vie Losanna e Vevey, Nei prossimi mesi è prevista anche la sostituzione dei new jersey all’imbocco delle zone pedonali e Ztl con fioriere”.

Archiviato in: Media valle , Politica
1184
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche