Sport
Torna Vivicittà, quest'anno senza la "competitiva". Polemica col Comune: "Non mette fondi né vigili"
Aosta - Il tema scelto per la manifestazione, che si trasforma in una 4 km di "passeggiata ludico-motoria" per le vie di Aosta, è quello della lotta al bullismo. Poi l'incognita sui vigili: "Il Comune non li concede, sennò deve pagare loro gli straordinari".

Vivicittà cambia faccia. Giunta alla sua trentaquattresima edizione, infatti la tradizionale manifestazione sportiva internazionale vede sparire la sua parte 'competitiva' per puntare a diventare invece una 'passeggiata ludico-motoria' non competitiva, mantenendo però il suo alto profilo sociale.

“Il tema scelto per questa edizione che si terrà domenica 9 aprile – spiega il neo Presidente Uisp Massimo Verduci – è quello della lotta al bullismo, vista l'estrema attualità che si può ritrovare anche nella cronaca recente, che si legherà a tutte le manifestazioni che abbiamo in programma lungo tutto l'anno e le attività nelle scuole, perché lo sport possa fare ragionare i ragazzi su un tema importante come quello del bullismo e per promuovere comportamenti e stili di vita virtuosi tramite lo sport”.

Il Comune di Aosta si sfila, l'incognita dei Vigili urbani
A sorpresa, però, la conferenza stampa dell'Uisp mira dritta al Comune di Aosta, 'convitato di pietra' e assente anche dai vari ringraziamenti di rito di fronte ai giornalisti: “Il Comune è l'ultimo che recepisce queste cose perché – commenta un amareggiato Marco Bennani –, ma forse è una questione di soldi: Dopo trent'anni abbiamo tolto la 'competitiva', perché Vivicittà in giro per l'Italia si è ormai trasformata in una manifestazione sociale non competitiva, e così sembra che non attragga l'interesse dell'amministrazione. Dopo qualche spinta forse riusciamo ad ottenere l'utilizzo gratis di piazza Chanoux ma senza i vigili urbani e quindi solo su un percorso solo pedonale, che deve seguire i dettami il codice della strada. Spero ci ripensino e spero che il Comune riconosca che è importante dare fondi ad una manifestazione sociale e sportiva come la nostra rispetto ad esempio al calcio a 5 in piazza, in cui servono i Carabinieri per 'salvare' l'arbitro”.

E aggiunge: “Probabilmente il Comune è già in difficoltà con i vigili da anni, possiamo avere la piazza gratuita e non pagare il suolo pubblico ma così si evita di pagare gli straordinari della Polizia Locale. Finché c'era la 'competitiva' forse si sopportava un'eventuale spesa maggiore, purtroppo penso personalmente che su di una 'passeggiata' invece non ci sia nessun interesse”.

“In altre realtà magari più sensibili a questi temi – spiega invece un laconico Verduci – il traffico stradale viene regolarmente chiuso anche per le manifestazioni non competitive”.

Problema non di poco conto dal momento che l'organizzazioni si aspetta più delle circa 250/300 persone della passata edizione – che sarebbero quindi obbligate ad utilizzare esclusivamente i marciapiedi – e che i volontari Uisp sono ad oggi tra i 15 ed i 30, coadiuvati da 8 volontari degli alpini.

Enigma che si aggiunge alla presenza, poco prima della conferenza stampa in Cittadella, dello stesso assessore comunale alle Finanze, con delega allo Sport, Carlo Marzi, misteriosamente dileguatosi quando chiamato in causa.

Il percorso
La partenza da piazza Chanoux è prevista alle 10.30 di domenica 9 aprile, con ritrovo alle 9.30, per un tragitto che attraverserà – per circa 4 kilometri – gran parte delle vie di Aosta, passando per via Conseil des Commis, via Festaz, via Piave, via Cretier, via Conseil des Commis, via Festaz, via Ollietti, via Matteotti, via Cerlogne, via Torino, via Garibaldi con ingresso alla Cittadella dei Giovani, piazza Arco d’Augusto, via Sant’Anselmo, via Sant’Orso, via Guido Rey, via Jean De La Pierre, viale Federico Chabod, corso Padre Lorenzo, via Xavier De Maistre, via Mons. De Sales, rue Chabloz, piazza San Francesco, via Hôtel Des États, via Mons. De Sales, via Croce di Città, via De Tillier con arrivo nuovamente in piazza Chanoux.

Un tragitto studiato per passare davanti a molti degli istituti scolastici valdostani, nei quali domani – giovedì 5 aprile – saranno affissi gli striscioni Uisp 'Aosta... corre contro il bullismo'.

L'iscrizione è di 5 euro per adulti e per i bambini ed è gratuita per gli utenti delle cooperative sociali degli enti e delle associazioni del disagio che collaborano con l'Uisp Valle d'Aosta. Ad ogni iscritto verrà consegnata una maglietta ricordo.

Archiviato in: Media valle , Sport
654
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche