Snowboard
Storica doppietta per l’Italia: Cervinia si tinge di azzurro con Moioli e Visintin
Valtournenche - Nella gara di Coppa del Mondo di snowboardcross ai piedi della Gran Becca Michela Moioli e Omar Visintin fanno esplodere di gioia i tifosi. Fuori per una caduta sia Raffaella Brutto che Lorenzo Sommariva.

Meglio di così non poteva andare. L’inno di Mameli risuona due volte ai piedi del Cervino, con una storica doppietta italiana nella gara di Coppa del Mondo di snowboardcross di Cervinia. Omar Visintin e Michela Moioli, dopo aver ottenuto ieri i migliori tempi in qualifica, conquistano la vittoria finale entusiasmando il pubblico presente lungo la pista.

Michela Moioli concede il bis dopo la vittoria dello scorso weekend a Montafon. La lombarda del Centro Sportivo Esercito ha avuto la meglio sulle francesi Nelly Moenne Loccoz e Julia Pereira De Sousa. Ottimo piazzamento per la valdostana Francesca Gallina, sesta, al suo miglior risultato in Coppa del Mondo. “E’ una bellissima giornata, vincere in casa sia io che Omar è una cosa che rimarrà nella storia dello snowboard italiano. Anche l’organizzazione è stata fantastica”, ha commentato la vincitrice al traguardo. Era in lacrime, invece, l’altra grande attesa, Raffaella Brutto, uscita nei quarti: “Nel primo giro di training ho fatto una caduta stupida e mi sono fatta molto male alle caviglie. Pensavo che con l’adrenalina sarei riuscita a non sentire niente ma non è stato così. Poi sono caduta anche in gara con la faccia a terra e ho peggiorato la situazione delle caviglie, senza accorgermi che anche altre due concorrenti erano cadute. Mi spiace un sacco perché ci tenevo particolarmente, sia perché era la gara di casa sia perché come tipologia di pista si adattava molto alle mie caratteristiche, come dimostrava il terzo posto nelle qualifiche”.

Grande gioia per Omar Visintin, che torna ad una vittoria che gli mancava da quasi quattro anni. Il ventisettenne meranese ha avuto la meglio al fotofinish sul forte francese Pierre Vaultier e sull’australiano Alex Pullin. Poca fortuna per i valdostani, con Lorenzo Sommariva uscito di scena agli ottavi di finali per un contatto con il connazionale Michele Godino (arrivato settimo) a pochi metri dal traguardo, quando il doppio passaggio azzurro ai quarti era ormai in tasca.

“È stata una grandissima prestazione di squadra, il lavoro che abbiamo fatto paga. Oltre alle due vittorie c’è da sottolineare il sesto posto di Francesca Gallina”, è il commento del direttore tecnico della Nazionale Cesare Pisoni. “Che giornata incredibile!”, gli fa eco Gabriele Thiébat, medico degli azzurri.

Il vento ha costretto gli atleti a porre ancora maggiore attenzione, per via di una pista anche velocizzata dalle raffiche. A fare da cornice i tanti giovani degli sci club, i simpatici ragazzi dell’Asiva – che hanno fatto anche da giudici – ed un pubblico di sciatori che è potuto esplodere di gioia al traguardo.

Archiviato in: Media valle , Sport
1623
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche