Trail
Partito sotto la pioggia il Tor des Chateaux
Piazza Chanoux ha ospitato la partenza della gara lungo la bassa via da 170 km. Favoriti Brunod, Criado e Bosatelli. Domani alle 10 la partenza della 100 km

E' partito sotto un acquazzone il primo Tor des Chateaux, la manifestazione organizzata da VDA Trailers che toccherà 34 comuni valdostani, percorrendo la nostra regione sulle basse vie lungo strade e sentieri.

Alle 20 di venerdì sera sono stati 54 gli atleti al via da Piazza Chanoux (12 le donne) per la gara più lunga, la 170 km, che presenta un dislivello positivo di 4000 metri. Il giro di boa sarà ad Avise e Pont-Saint-Martin. Il meteo prevede, per loro, pioggia per tutta la notte, con miglioramenti a partire da domani. Alessandra Nicoletti è serena, "non ho la tensione che ho quando c'è il Tor des Géants". Il pubblico, scoraggiato dal tempo, non ha riempito la piazza ed ha cercato riparo sotto gli stand, non facendo comunque mancare il calore.

Tra gli atleti al via spiccano i nomi di Oliviero Bosatelli, vincitore del Tor des Géants 2016, Bruno Brunod e Pablo Criado Toca. "Temo soprattutto l'asfalto e mi trovo meglio quando ci sono dislivelli più importanti", dice Brunod. "Sicuramente è un percorso duro, ma spero si sblocchino le gambe". Per lo spagnolo, invece, la preoccupazione principale viene dal calendario, con questa lunga gara posta ad inizio stagione, quando i corridori hanno ancora pochi chilometri nelle gambe. Niente Tor des Géants per lui, quest'anno: "Sto partecipando ad un progetto con un giornalista spagnolo", spiega sorridente come sempre, "e l'obiettivo è portarlo ad essere pronto a fare il Tot Dret. Finalmente potrò godermi i sentieri della Valle d'Aosta".

Per Massimo Ouin, pettorale 211, questa manifestazione è un allenamento per il Tor des Géants: "L'obiettivo è arrivare in fondo e mettere chilometri nelle gambe. Arriverò ultimo o penultimo, sono sicuro, mentre ho visto Brunod, lui vincerà o arriverà secondo".

Domattina, alle 10, partenza sempre da Piazza Chanoux per la 100 km (3.000m D+), con Giuliano Cavallo tra i favoriti.

Per chi volesse seguire le due gare, oltre a poterlo fare dal vivo sulla base delle tabelle orarie pubblicate sul sito del Tor des Chateaux, è attivo, in aggiunta alle classiche tabelle ottenute attraverso i chip, il nuovo sistema di tracking GPS, sviluppato internamente e che servirà da “test” per le gare future, che offre una panoramica completa su una mappa 3D che dà anche un’idea del percorso e dei dislivelli. Sarà quindi possibile seguire tutti gli atleti o selezionare il preferito e vedere la sua posizione non solo geograficamente, ma anche cronologicamente, grazie ad una barra di navigazione che permette di spostarsi nel tempo.

I primi arrivi degli atleti impegnati nella 170 km sono previsti attorno alle ore 13 di sabato 13, mentre per la 100 km poco dopo le ore 19 dello stesso giorno.

Archiviato in: Media valle , Speciale Trail , Sport
1963
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche