Calcio
Pareggiano Charvensod e PDHA nel derby. Gran vittoria per l’Aygreville
Charvensod - Al Guido Saba finisce 1-1 (il terzo consecutivo) grazie ai gol di Vitale e Rovira. Noro regala ai suoi tre punti esterni d’oro contro il Borgaro

Charvensod-Pont Donnaz Hône Arnad 1-1
Un derby particolare, tra due squadre lontane undici punti, con numerosi assenti e molti ex. Charvensod e PDHA hanno bisogno dei tre punti in ottica playout: i primi per proseguire la marcia per uscirne, i secondi per cercare di allontanarsene definitivamente. All’appello mancano i vari Berger, Berthod, Caputo, Dotelli, ma ci sono anche diversi ex come Celesia, Cusano e Garbini, protagonisti della partita. Il Guido Saba di Charvensod è gremito.
L’inizio è abbastanza lento, con le due squadre che cercano di studiarsi per capire dove affondare i colpi decisivi ma che non si risparmiano in quanto a corsa ed interventi. La prima occasione arriva al 18’ e vale subito il vantaggio ospite: Borettaz calcia una punizione tagliata dalla sinistra, sulla quale piomba Vitale che può battere Vescio. La partita si sviluppa molto a centrocampo, ma il traffico in mediana spinge le due squadre a cercare spesso i lanci. Cusano vuole “vendicarsi” degli ex compagni di squadra e si capisce, vista l’insistenza con cui porta palla e cerca la conclusione, senza però rendersi mai pericoloso. Al 22’ bel passaggio di Dayné per Rovira in area, ma è decisiva l’uscita di Celesia in anticipo. Tre minuti dopo è Garbini a vestire i panni di assist man, con un bel filtrante per Jeantet che, sfruttando la propria velocità, brucia un avversario, lo dribbla portandosi il pallone sul destro che, però, non è il suo piede, ed il tiro risulta strozzato. Cusano ha l’occasione d’oro per realizzare il gol dell’ex al 32’, quando l’arbitro fischia un calcio di rigore per lo Charvensod per un fallo di mano di Fiore su Rovira: Cusano cerca l’incrocio ma il suo tiro finisce fuori. Al rientro dagli spogliatoi la partita si fa meno bella, con le squadre che non riescono più a costruire, ma le occasioni fioccano. Passano pochi secondi dal fischio dell’arbitro e Cusano, con un tiro-cross dal fondo, obbliga Celesia a sventare con la punta delle dita. Un minuto dopo Garbini realizza un gran gol di sinistro, ma è pescato in off-side sull’assist di Montari. Al 5’ il PDHA deve ringraziare Mariani, che respinge sulla linea una palla nata da corner, e sulla ripartenza degli orange è decisivo Ierace in chiusura. Garbini cerca ancora il gol con una girata di destro, che però colpisce male, e pochi minuti dopo è bravo a farsi trovare pronto su un assist di Scala e a fare sponda di testa per Montari, anticipato da Lorusso. Cusano riceve un duro colpo ma decide di rimanere in campo, lasciando però, di fatto, lo Charvensod in 10, ed i gialloblù sembrano iniziare a scomporsi. Mister Fermanelli, però, azzecca i cambi al 24’, quando fa uscire gli acciaccati Cusano e Dayné per Decello e Daricou e, dopo una bella parata di Vescio su Jeantet, al 29’ è proprio Decello ad offrire un assist perfetto a Rovira che, a tu per tu con Celesia, lo trafigge di sinistro per il pareggio dei padroni di casa. Finisce così 1-1 (il terzo di fila in casa per lo Charvensod), lasciando ancora tutto aperto in chiave di classifica.
Tabellino:
CHARVENSOD: Vescio, Vuillermoz X., Subet,Ierace, Vuillermoz D., Lorusso, Dayné (69’ Decello), Antonacci (55’ Pignatelli), Cusano (69’ Daricou), Carere, Rovira. All Fermanelli
PDHA: Celesia, Scala, Vitale, Pinet, Fiore, Mariani, Bonel, Borettaz, Montari (76’ Kean), Garbini, Jeantet (81’ Grenier). All. Cretaz

Borgaro-Aygreville 0-1
L’Aygreville si ritrovava a dover affrontare un’impresa difficilissima, andando nella tana del Borgaro terzo in classifica con una sfilza di titolari assenti: Gini, Baldi, Furfori, Mazzei e Prola. La rosa a disposizione di Rizzo è però di livello, e lo si è visto in questa partita fatta di sacrifici e cuore, vinta con merito grazie al gol di Noro al 2’ della ripresa. I rossoneri non riescono a sfruttare diverse occasioni e rischiano di subire il pareggio al 50’ della ripresa, quando l’ex PDHA Parisi sbaglia un calcio di rigore. Con questi tre punti l’Aygreville supera proprio gli avversari di giornata e si porta in solitaria al terzo posto in classifica.
Tabellino:
BORGARO: Cantele, Multari, Ghiggia, Zanella, Ignico, Cristino, Pagliero, Piotto, Pierobon, Brugnera, Diop. All Russo
AYGREVILLE: Cerbelli, Marchesano, Risso, Pramotton, Milani, Rega, Cuneaz, Carpentieri, Noro, Turato, Soster. All Rizzo.

Classifica:
Juventus Domo 54 punti; Borgovercelli 45 punti; Aygreville 43 punti; Alpignano 42 punti; Borgaro 41 punti; La Biellese 39 punti; L.G. Trino 36 punti; Alicese e Città di Baveno 34 punti; Orizzonti United 33 punti;  Pont Donnaz Hône Arnad 32 punti; Settimo Calcio e Stresa Sportiva 28 punti; Rivarolese 25 punti; Charvensod e Cerano Calcio 21 punti; Pavarolo 19 punti; Borgomanero 15 punti

Archiviato in: Media valle , Sport
611
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche