Agricoltura
Lupo, Coldiretti chiede risposte "concrete. E' un'emergenza per il settore"
Aosta - La Coldiretti Valle d'Aosta torna a riaccendere i riflettori sui disagi provocati dalle predazioni dei lupi e degli ibridi di lupo. L'Associazione chiede all’Amministrazione regionale uscente e a tutte le forze politiche di avviare un serio confronto.

"Servono al più presto risposte concrete sull’efficacia delle misure di prevenzione e sul sistema degli indennizzi nonché sul possibile superamento della loro erogazione in regime “de minimis”. La Coldiretti Valle d'Aosta torna a riaccendere i riflettori sui disagi provocati dalle predazioni dei lupi e degli ibridi di lupo. L'Associazione chiede all’Amministrazione regionale uscente e a tutte le forze politiche in previsione del prossime elezioni regionali di avviare un serio confronto. 

“Non possiamo attendere il prossimo avvenimento per riaccendere i riflettori su quella che è un'emergenza per il settore agricolo – evidenziano Giuseppe Balicco e Richard Lanièce, rispettivamente Presidente e Direttore di Coldiretti Valle d’Aosta – un’emergenza troppe volte considerata come un non problema, tralasciando le conseguenze per gli allevatori e per chi vive quotidianamente la montagna permettendo il presidio del territorio.”

L'Associazione spera che spunti utili possano arrivare dai lavori del convegno Lupo, territorio e sanità pubblica, organizzato per i prossimi 18 e 19 aprile dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale in collaborazione con la Regione Valle d’Aosta e l’Ordine Medici Veterinari.

Archiviato in: Economia e lavoro
927
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche