Calcio a 5
L’Aosta non sa più vincere: ad Asti finisce 4-2
Aosta - Prestazione in chiaroscuro per i gialloblù, passati in vantaggio ma raggiunti e superati, nell’incontro che chiude il girone d’andata. Entrambe di Pellegrino le reti valdostane

Prestazione in chiaroscuro per l’Aosta, che ad Asti si spegne presto e si risveglia tardi e rimedia la quarta sconfitta consecutiva, con la vittoria in casa gialloblù che manca dal 2-1 al Bergamo nella sesta giornata, l’11 novembre. L’incontro odierno contro il Città di Asti, finito 4-2, ha chiuso il girone d’andata, e la situazione di classifica vede i playoff allontanarsi sempre più.

L’Aosta parte bene e tiene il campo, spegnendo sul nascere il gioco dei padroni di casa e dando l’impressione di essere in palla e compatta. Gli sforzi della squadra di Rosa vengono premiati già a inizio gara, quando è proprio il player manager a toccare un calcio di punizione per Pellegrino, che insacca. Lo stesso numero 10 poco dopo ha la palla buona per raddoppiare, ma il suo scavetto dopo aver recuperato palla in zona d’attacco finisce alto. Il Città di Asti si risveglia ed inizia a crescere, ma trova sulla sua strada come sempre un pronto Siqueira che disinnesca alcune occasioni. Il portiere brasiliano, però, nulla può sulla punizione di Mendes, che attorno alla metà del primo tempo pareggia i conti. Pellegrino ha la palla buona per riportare avanti i suoi, ma appostato sul secondo palo non riesce ad agganciare l’ottimo pallone messogli a disposizione da Iurmanò. È così che Sachet, al 13’, si costruisce da solo e trova il vantaggio al termine di un’azione solitaria. Prima della pausa Canale, ancora servito da Iurmanò, impegna Tropiano, che però si fa trovare pronto e para di piede.

Nella ripresa il Città di Asti colpisce subito un palo con Sachet e poi allunga con Fazio, che trova il 3-1 senza incontrare grande opposizione dalla difesa aostana. La stessa passività regala a Fiscante il 4-1, lasciato libero di calciare da dentro l’area dopo una serie di passaggi dei giocatori di casa. L’Asti arriva però al quinto fallo e si fa meno concreta sui contrasti, lasciando all’Aosta lo spazio per riprendere coraggio e crescere. Al 12’ Ongari colpisce un altro palo, e sul capovolgimento di fronte Pellegrino con un coast to coast calcia in diagonale, trovando la doppietta personale. Sul 4-2 l’Asti perde sicurezza, e deve ringraziare il suo portiere Tropiano che para di piede il tiro libero di Pellegrino al 15’. L’Aosta continua a provarci ma è sterile, e la partita non regala altri sussulti.

Il girone di ritorno riprenderà a gennaio, con l’Aosta ospite del Real Cornaredo nel giorno dell’Epifania.

Formazioni:
ASTI: Tropiano, Passarella, Sachet, Banzato, Celentano, Fiscante, Maschio, Mendes, Torino, Fazio, Ongari, Bouananni. All. Lotta
AOSTA: Siqueira, Di Maio, Angiulli, Canale, Rosa, Pettinari, Iurmanò, Pellegrino, Mascherona, Fea, Belmonte. All. Rosa

Classifica: Saints Pagnano 26 punti; L84* 23 punti; Videoton Crema* 22 punti; Real Cornaredo 22 punti; Città di Asti 19 punti; Domus Bresso* 17 punti; Lecco 14 punti; Aosta 10 punti; Time Warp 9 punti; Elledì Carmagnola, Rhibo Fossano* 7 punti; Bergamo La Torre 3 punti (* una partita in meno)

Archiviato in: Sport
1105
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche