I lettori di Aostasera
Impariamo dai bambini, non contaminiamoli con le nostre paure del “diverso”
Verrès - Riceviamo e pubblichiamo.

Gentile Direzione,

con questo scritto vorrei comunicare alcuni miei pensieri a proposito del Carnevale Storico di Verrès rappresentato ed animato, lo scorso sabato, dai bambini delle Scuole Elementari di Verrès.

Guardando la ormai tradizionale scalinata della piazza dove vengono presentate tutte le figure storiche del Carnevale ho  provato una emozione particolare…..bambini originari da ogni parte del mondo riuniti per rievocare un pezzo di storia del loro “nuovo” paese, del loro, ormai, paese di “appartenenza’!

Il vedere, in un piccolo paesino come quel di Verrès, tante parti dell’intero mondo, mi aiuta ad credere che, si, è possibile vivere tutti insieme indipendentemente dalle origini e senza, per questo motivo, perdere le nostre tradizioni.

Bambini Indiani, Pakistani, Africani, Sud Americani, Arabi, Russi ,Ucraini ,Rumeni, Cinesi etc. Tutti addobbati con i vestiti tradizionali dell’epoca e che stanno crescendo insieme ai nostri figli italiani come una sola generazione… studiano insieme, giocano insieme, litigano come naturalmente, si fa tra coetanei.
Impariamo da loro, da tutti i bambini insieme, ma, soprattutto, non contaminiamoli con le nostre paure del “diverso”.

Complimenti alle Maestre che tanto si sono impegnate per la riuscita dell’evento ed un ringraziamento alle Autorità Comunali, il Comitato Carnevale e a tutti quelli che, con il loro servizio, hanno permesso l’ottima riuscita del pomeriggio “multiculturale” in Verrès!!

Il papà del Ciambellano …italo/africano!!!!

Alessabdro Dallou

Archiviato in: I lettori di Aostasera
469
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche