Arti marziali
Il Fighting Club VdA conquista Roma e l’Italia: arrivano quattro titoli nazionali
Aosta - Ai Campionati Italiani di Muay Thai e Fight Code oro per D’Isanto, Pezzolato (due volte), e Bellini. In tutto nove le medaglie: a podio anche Vesan, Ortu (due bronzi), Cassani e ancora Bellini.

Tripudio valdostano a Roma, dove ai Campionati Italiani di Muay Thai e Fight Code, disputatisi dal 13 al 15 aprile, il Fighting Club Valle d’Aosta torna a casa con un bottino pesantissimo: nove medaglie, di cui quattro titoli italiani.

La kick boxe Fight Code Rules incorona Luca D’Isanto nei classe A 63,5 kg, che in finale ha sconfitto Fabrizio Conti (Team Accademia dello Sport). Doppio titolo italiano per Silvia Pezzolato, imbattibile sia nei classe C di Fight Code che nella Muay Thai. È oro nella Muay Thai anche per Pietro Bellini negli Juniores 57 kg, che conquista anche un bronzo in Fight Code. In questa stessa disciplina Erika Vesan trova il bronzo nei 60 kg, così come Fabio Ortu nei Cadetti. Lo stesso Ortu ripete il terzo posto in classifica anche nella Muay Thai dopo aver ceduto in semifinale contro Lorenzo Fiorucci dell'MMA Fighters Elite mentre Lorenzo Cassani si è preso l'argento al termine di una finale combattuta ma persa contro Salvatore Blandizzi.

Non può che essere contento il maestro Manuel Bethaz: “Abbiamo portato a casa un bottino molto consistente e che certifica il buono lavoro svolto in palestra. Una delle vittorie più importanti è quella di Luca D'Isanto che, ancora una volta, si è confermato il numero uno in Italia della sua categoria. Ha fatto molto bene anche Silvia Pezzolato che è riuscita nell'impresa di vincere la medaglia d'oro in entrambe le discipline. In quanto a Erika Vesan, il suo bronzo è decisamente prezioso in quanto ha tenuto testa a Lorena Signetto, avversaria non facile e già incontrata e battuta dalla nostra Martine Michieletto”. Un plauso va anche ai più giovani: “Fabio Ortu ha portato a casa due medaglie di bronzo nonostante il cambio di categoria che da quest'anno lo vede impegnato tra i +69 kg, mentre Pietro Bellini si è comportato molto bene nonostante fosse la prima volta in una competizione come questa. Ha fato bene in particolare nella muay thai e questo ci dà buone indicazioni per il futuro. Discorso analogo per Lorenzo Cassani anche se da lui ci si aspettava qualcosa in più nel Fight Code. Ottima invece la medaglia nella muay thai”.

La vittoria in questi campionati è particolarmente importante per Luca D'Isanto che, grazie al successo nel Fight Code, ha conquistato punti che lo rilanciano ulteriormente al primo posto del ranking nazionale. “Grazie a questi punti riesco ad allungare le distanze in classifica sui miei avversari”, ha commentato il diretto interessato. “A Roma non è stato facile soprattutto in finale. Siamo riusciti a vincere soprattutto grazie ad una tattica diversa per ogni round. Infatti nel finale il mio avversario era visibilmente provato e a quel punto ero certo della vittoria del titolo”.

Archiviato in: Sport , Home
1161
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche