Regionali 2018
Elezioni regionali, la "carica" degli amministratori comunali
Aosta - 52 sono quelli che il 20 maggio potrebbero fare il "salto di poltrona" in Consiglio Valle. Tra questi 9 sono sindaci, due vicesindaci e 8 assessori comunali. Uv e Uvp comandano la "classifica" rispettivamente con 13 e 11 amministratori candidati.

Sono 52 in tutto, sedici in più di quelli necessari a comporre un intero Consiglio Valle, gli amministratori locali – tra Sindaci, Vice, assessori e consiglieri comunali vari – candidati per un posto in piazza Deffeyes il 20 maggio, alle prossime Elezioni regionali. Su dieci liste in corsa solo in dueMoVimento 5 stelle e Centrodestra VdAnon hanno in lista almeno un amministratore che tenta il “salto” di poltrona, mentre Union Valdôtaine e Union Valdôtaine Progressiste comandano la classifica con 13 candidati.

Seguono, a ruota, Pour Notre Vallée – Area Civica – Stella Alpina (7), Alpe (6), Pd (5), Mouv' (4), Lega con (3) e Impegno civico (1). Tra i comuni quello più in vista è Aosta, che potrebbe trovarsi a giugno con ben 10 consiglieri in meno.

 

I Sindaci

Sono nove, in totale, i Sindaci candidati alle Regionali: Loris Salice, Primo cittadino di La Salle, (in lista con Alpe); Franco Allera di Cogne (per Pnv-Ac-Sa); Corrado Jordan di Bosses (Uvp); la schiera di Sindaci Uv Vittorio Anglesio (Introd), Riccardo Bieller (Pré-Saint-Didier), Riccardo Moret (Valgrisenche), Giovanni Barocco (Quart), Joël Creton (Ollomont) ed Erik Lavevaz (Verrayes).

Tra questi, solamente il Primo cittadino di Quart Barocco ha dovuto rassegnare le dimissioni anzitempo per candidarsi, come prevede la normativa regionale per i comuni che superano i 3mila abitanti, e che è stato sostituito dal suo Vice Eugenio Acheron. Stessa sorte toccata – per le stesse ragioni – agli unici tre Vicesindaci in corsa per un posto in Consiglio Valle Jean-Claude Daudry (Châtillon, candidato in Uvp), Ornella Badéry (Pont-Saint-Martin, nelle fila dell’Union) e Edy Balme (Champdepraz, nel Pd), per i quali non sono però ancora stati decisi gli eventuali sostituti nei rispettivi comuni.


Gli assessori

Tanti anche i nomi che potrebbero lasciare la poltrona assessorile – che a differenza dei sindaci non necessita, neanche nei Comuni più popolosi, delle dimissioni preventive – per quella del Consiglio Valle. Nove, per la precisione, a partire dai due in giunta ad Aosta Marco Sorbara (Union Valdôtaine, alla guida delle Politiche sociali) e l’assessore alle Finanze Carlo Marzi (Pnv-Ac-Sa).

Gli altri sono Carmen Jacquemet (assessora allo sviluppo socio-culturale di Saint-Vincent) candidata in Alpe, Luca Spadaccino (assessore di Sarre alla promozione turistica, sport e politiche giovanili) in Pnv-Ac-Sa, Elena Cocco (assessora alla sanità di Gignod) in Mouv’. Ben tre gli assessori comunali nelle file di Uvp, ovvero Marco Maresca – alle Politiche ambientali a Saint-Vincent –, l’assessora alla cultura di La Salle Félicie CharreyNicodemo Spatari (assessore di Morgex in quota Pd) e Barbara Grange che a Sarre si occupa di Sanità.

Figura distinta da Sindaci, Vice ed assessori, e non presenti in tutti i comuni, Aosta vede tra i suoi candidati – in quota Partito Democratico – anche il Presidente del Consiglio cittadino Michele Monteleone.

 

I consiglieri comunali

Fitta la schiera dei consiglieri comunali semplici, sparpagliati per tutte le liste in corsa per piazza Deffeyes e rappresentanti di un po’ tutto il territorio, sebbene l’Alta Valle manchi un po’, numericamente all’appello.

Sono quattro quelli Alpe, pronti a lasciare i rispettivi consigli comunali, ovvero Giuliana Lamastra (Aosta), Fabrizio Bertholin (Quart), Laura Bionaz (Saint-Christophe) e Piero Welf (consigliere a Gressoney-La-Trinité).

Due quelli candidati invece con il Pd, cioè Antonino Malacrinò, ad Aosta e Maurizio Pitti, consigliere di Donnas. La Lega ne candida invece tre, i due aostani Nicoletta Spelgatti e Andrea Manfrin, ed il consigliere di Saint-Nicolas Erik Lavy, in quota delle “giovanili” del Carroccio, la Jeune Vallée d’Aoste, stesso numero anche per Mouv’ che candida Carlotta Bottazzi, consigliera a Villeneuve e Joan Cout, consigliere a Issogne, e Luciano Saraillon (Aymavilles), mentre cinque sono quelli in Pour Notre Vallée-Area Civica-Stella Alpina: Elena Landi (Issime), Maurizio Castiglioni e Vincenzo Trecate (entrambi in Consiglio a Saint-Vincent), Luisa Trione (Nus, già candidata alle scorse Politiche nella lista "Pour Tous") e Samantha Rossi (Pollein)

Sono invece quattro i consiglieri comunali messi in lista dall’Union ValdôtaineGiacinta Merlin (a Saint-Vincent) Nicola Prettico e Cristina Galassi (entrambi in carica ad Aosta), e Raffaele Evangelisti (a Verrès).

Il primato, con otto consiglieri comunali candidati, va invece all’Union Valdôtaine Pogressiste. Il “Leone dorato” candida infatti il neo-acquisto Vincenzo Caminiti (Aosta), Carla Ovenasek (Pont-Saint-Martin), Mattia Giachino (Saint-Christophe), Giuliano Morelli (Villeneuve), Alessia Favre ( a Saint-Pierre, e fresca di candidatura alle scorse Politiche), Elisa Bonin (Aymavilles, e President di Uvp), Laura Ottolenghi (Nus) e Guido Théodule (Saint-Denis). Impegno Civico schiera infine Lucia Bertorello che è consigliera di minoranza nel comune di Champdepraz.

Archiviato in: Media valle , Politica
1684
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche