Cronaca
Costi della politica, appello fissato il 28 novembre
Aosta - In primo grado il processo si era chiuso con l'assoluzione di tutti e 24 gli imputati  - "perché il fatto non sussiste" o "non costituisce reato". L'accusa riguarda l'utilizzo "improprio" di 1,2 milioni di euro dei fondi dei gruppi consiliari.

Prenderà il via  lunedì 28 novembre a Torino alla prima sezione penale della Corte di Appello il processo d'appello contro i 24 consiglieri, ex consiglieri e dirigenti di partito imputati nell'ambito dell'inchiesta sui costi della politica.  In primo grado il processo si era chiuso con l'assoluzione di tutti e 24 gli imputati  - "perché il fatto non sussiste" o "non costituisce reato". L'accusa riguarda l'utilizzo "improprio" di 1,2 milioni di euro dei fondi dei gruppi consiliari tra il 2009 e il 2012. Imputati in questa prima tranche sono gli esponenti di Pd, Pdl, Fédération autonomiste, Uv e Alpe con accuse che vanno dal finanziamento illecito ai partiti, peculato e indebito utilizzo di fondi pubblici.  

Nell'ambito dell'inchiesta ha patteggiato un anno di reclusione, pena sospesa l'ex capogruppo di Stella Alpina, Francesco Salzone. Accusato di peculato a Salzone era contestata inizialmente la somma di circa 123.000 euro. Di questi circa 25.000 euro sono stati giustificati e gli altri 98.000 circa sono stati risarciti. 

Archiviato in: Media valle , Politica , Home
593
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche