Comune di Aosta
Aosta, bando anziani e regolamento sul gioco d'azzardo al centro della seduta del Consiglio
Aosta - Torna a riunirsi l'assemblea cittadina, domani e giovedì 14 dicembre. 25 i punti all'ordine del giorno, la minoranza chiede anche le dimissioni del Sindaco in seguito alla débâcle referendaria del fronte del "Sì" di domenica scorsa.

Ultima seduta del Consiglio comunale di Aosta dell'anno, in calendario mercoledì 14 e giovedì 15 dicembre 2016 a partire dalle 9.00. 25 i punti all'ordine del giorno, a partire dagli atti dalle delibere – già approvate durante i lavori delle Commissioni – sulla gestione in capo ad Aps della farmacia dell'ospedale, l'intesa con la Regione per i lavori di ampliamento dell'edificio scolastico 'Corrado Gex' di via Chavanne e soprattutto il regolamento comunale di contrasto al gioco d'azzardo.

Regolamento sul quale si appoggia anche una mozione – chiamata 'Slot machines e controlli' – dell'opposizione che coralmente chiede di disporre del quadro completo degli esercizi pubblici in cui sono presenti giochi elettronici tipo slot machines, ed una relazione bimestrale della Polizia Locale sui controlli effettuati sia sule macchinette che sul divieto di esposizione di annunci sulle vincite avvenute nei locali.

Non poteva mancare, soprattutto dopo la notizia della 'non revoca', una mozione che chiede conto del bando sui servizi agli anziani,che dopo la lunga scia di polemiche non verrà ritirato dal Comune e che, anche se superata dagli eventi odierni, non mancherà di creare dibattito in aula. Minoranza unita che presenterà anche una mozione sul rilancio dell'Area Megalitica di Saint-Martin-de-Corléans, nella quale si chiede di attivare un impianto pubblicitario e comunicativo che coinvolga anche il centro della città per risollevarne i numeri degli ingressi e dei visitatori.

In ordine del giorno anche una richiesta di dimissioni rivolta al Sindaco Fulvio Centoz, da parte del MoVimento 5 Stelle e Lega Nord, dopo la netta sconfitta referendaria del fronte del 'Sì' del quale il Primo cittadino del Capoluogo si è fatto promotore. Sempre il Carroccio torna invece a chiedere conto dei criteri di assegnazione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, intervenendo sulla legge regionale.

Nelle interrogazioni invece, ben nove, si parlerà invece di decoro urbano (Altra VdA), i costi di trasferta a Bruxelles di diversi dipendenti comunali (Lega), dell'altalena di Quartiere Cogne (M5S), la sicurezza stradale (Alpe) e dell'abete natalizio di Piazza Chanoux (Gruppo Misto di minoranza).

Archiviato in: Media valle , Politica
683
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche