Calcio a 5
Con la serie D la FIGC lancia un’alternativa ai tornei amatoriali
Aosta - Il comitato regionale della Federazione Italiana Giuoco Calcio, il cui delegato valdostano è Marco Albarello, vuole mettere in piedi un campionato di serie D composto interamente da squadre della nostra regione

Non solo calcio a 5 amatoriale: dopo la Gazzetta Football League ed il Torneo Azimut -Technos Medica, è la volta della FIGC di offrire il proprio contributo per mantenere vivo il movimento di questo sport in Valle d’Aosta.

Il comitato regionale della Federazione Italiana Giuoco Calcio, il cui delegato valdostano è Marco Albarello, vuole infatti mettere in piedi un campionato di serie D composto interamente da squadre della nostra regione, a differenza degli anni passati in cui le squadre valdostane (come, ad esempio, la Pazzion futsal nella scorsa stagione) dovevano andare a giocare in Piemonte. Una sfida difficile perché, per poter disputare le 24 gare garantite, bisogna raggiungere almeno il numero di 8 squadre iscritte, mentre al momento ce ne sarebbero ancora poche.

Il costo di iscrizione alla serie D è di 550 €, a cui vanno aggiunti 32 € di tesseramento per ogni giocatore e 90 € a squadra per l’assicurazione sulla responsabilità civile. Anche i campi di gara sono a spese delle società, che però possono decidere il proprio campo “di casa” e gli orari. “Facendo qualche calcolo, ad ogni società una stagione verrebbe a costare in totale attorno ai 1.500 €”, dice Albarello. “I vantaggi sono tanti: la Federazione mette a disposizione, tra le altre cose, gli arbitri dell’AIA e un applicativo per risultati e classifiche, ma anche per il caricamento e la gestione in autonomia di tutte le pratiche legate all’iscrizione, come le visite mediche ed i tesseramenti”.

Le remore principali delle possibili squadre nascono soprattutto dal dover costituire un’Associazione Sportiva Dilettantistica, con relativo statuto e atto costitutivo. Passaggi, di per sé, non particolarmente complicati (online si trovano molti fac-simile) né onerosi (esistono dei contributi regionali), che bisognerebbe fare una sola volta. Albarello capisce le difficoltà, anche perché con un torneo amatoriale come il Claudesport alle squadre bastava pagare un’iscrizione e non c’erano questioni “amministrative” a cui pensare, ma sottolinea come sia possibile anche appoggiarsi ad associazioni o società già costituite per saltare questi passaggi.

Per le iscrizioni c’è tempo ancora fino al 25 settembre, in vista dell’inizio dei campionati attorno alla metà o fine di ottobre.

Info:
FIGC – Delegazione Valle d’Aosta
Via Zimmermann 6, Aosta
Tel. 0165 40695 – 328 2129697 email: comaosta@lnd.it

Archiviato in: Media valle , Sport
2267
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche