Cinema
Cervino Cinemountain, Hervé Barmasse e Kurt Diemberg ricordano Uëli Steck
Valtournenche - Si aprirà infatti con un omaggio al grande alpinista svizzero morto a fine aprile in Nepal, e già vincitore di due Piolet d'Or, la 'matinée' del Cervino Cinemountain, a partire dalle ore 11.00.

Non solo cinema, l'appuntamento di domani – mercoledì 9 agosto – con il Cervino Cinemountain celebra la montagna nella sua interezza, e soprattutto uno dei suoi grandi protagonisti, morto a fine aprile in Nepal, sul Nuptse, mentre si preparava alla traversata in solitaria dall'Everest al Lhotse.

Si aprirà infatti con un omaggio a Uëli Steck – l'alpinista noto come “The Swiss Machine”, vincitore di due Piolet d'Or, gli “Oscar dell'alpinismo” – la 'matinée' del Cervino Cinemountain, a partire dalle ore 11.00 quando nella piazzetta delle Guide di Valtournenche saranno Hervé Barmasse e Kurt Diemberg, con la conduzione del giornalista de La Stampa Enrico Martinet, a raccontarci il grande scalatore svizzero.

Nel pomeriggio, al Centro Congressi di Valtournenche saranno invece proiettati – a partire dalle 15.30 – i film “Arctic Superstar” del norvegese Simen Braathen, il tedesco “Riders on the storm” di Franz Walter, il belga “Samuel in the clouds” diretto da Pieter Van Eecke e la pellicola italiana “Molecole” di Veronica Fantini e Patrik Nicotera.

Alle 21.00, sempre al Centro Congressi, verrà invece proiettati il film fuori concorso “Alain Robert, l'homme araignée” di William Japhet (Francia) cui seguirà l'incontro col protagonista, lo scalatore urbano francese Alain Robert, intervistato dal giornalista della Gazzetta dello Sport Luca Castaldini.

A seguire un'altra lista di proiezioni di film in gara: “Une vie à apprendre” di Eloïse Barbieri, “Words of caramel” di Jaun Antonio Moreno e “Freedom under load – Sloboda pod ná kladom” di Pavol Barabás.

1283
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche