PUBBLIREDAZIONALE
Artetango: tornano a gennaio le lezioni di prova gratuite, alla scoperta del tango argentino
Aosta - Cinque appuntamenti gratuiti, il 9, 16 e 23 gennaio al CCS Cogne di Aosta e il 18 e 25 gennaio alle 21 alla saletta del Bocciodromo di Saint-Vincent. È questa la proposta che Artetango ha in serbo per tutti, dagli appassionati ai semplici curiosi.

Imparare a ballare il tango, muoversi soavemente lasciandosi guidare dalla passione per una danza che supera il concetto stesso di danza e che non a caso è stata “innalzata” a Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, non è mai stato più facile di così.

L’Associazione Artetango, infatti, dal lontano 2005 propone ciclicamente le sue lezioni di prova gratuite che permettono a tutti, dagli appassionati ai semplici curiosi, di avvicinarsi ad un ballo che ormai rappresenta una vera e propria cultura.

Una cultura che parte dal “basso”, dalla semplice volontà di mettersi in “connessione”, diremmo oggi, con un’altra persona, come spiega efficacemente il Presidente di Artetango Walter Abrigo: “In questo momento il tango è una bella risposta alla necessità di tante persone di stare insieme, grazie al contatto anche fisico che porta con sé l’abbraccio del tango, ed il successo che vive ne è la prova. Il vero ‘social media’ è questo, perché mette insieme le persone e noi vediamo ogni giorno che la gente è contenta e che stiamo trasmettendo ciò che è stato insegnato a noi dai nostri maestri”.

E per scoprire il mondo del tango l’occasione arriva già a gennaio, con cinque lezioni di prova gratuite di un’ora l’una in programma ad Aosta presso il Ccs Cogne di Corso Battaglione ad Aosta  in tre martedì consecutivi: il 9, il 16 ed il 23 a partire dalle 20.30 e a Saint-Vincent giovedì 18 e 25 gennaio alle 21 presso la saletta del Bocciodromo. Il corso partirà nella cittadina termale l'8 febbraio mentre ad Aosta la data di avvio è il 6 di febbraio.

Lezioni aperte a tutti, una porta su un mondo affascinante e coinvolgente le cui basi sono alla portata di tutti sin dai primi movimenti: “È per questo che il tango riesce a mettere insieme persone e culture diverse – spiega ancora Abrigo – perché ognuno può tarare il proprio livello sulle sue aspirazioni. È un po’ come lo sci di fondo: si può fare una passeggiata o decidere di darsi alle competizioni. Il tango è così, e dopo poche settimane si può praticare in maniera immediata, a differenza di altre tecniche di danza, e dalla seconda lezione noi portiamo i nostri studenti direttamente a ballare nelle nostre serate”.

Anche perché basta poco a lasciarsi tentare da un ballo così semplice quanto intenso. O, come meglio di tutti ha spiegato il grande scrittore argentino Jorge Luis Borges: “Il tango trasgredisce e lì sta la sua attrattiva. In quella sensazione di libertà che accende tutti i tipi d’emozione. Il tango conquista in modo semplice perché l’ascoltarlo o vederlo ballare invogliano ad infilarsi un paio di scarpe da tango e lasciarsi condurre”.


Visita il sito internet
Visita il blog con gli appuntamenti

 

Archiviato in: Pubbliredazionali
3735
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche