Comune di Aosta
Mensa dipendenti, Nuova Università e Portavoce del Sindaco al centro del prossimo Consiglio comunale
Aosta - Riprenderà mercoledì 18 gennaio, in seconda convocazione giovedì 19, il Consiglio comunale di Aosta. 35 i punti all'ordine del giorno per la prima assemblea di questo 2017, tra i quali spicca l'assenza di atti deliberativi da parte della giunta.

Riprenderà mercoledì 18 gennaio, in seconda convocazione giovedì 19, il Consiglio comunale di Aosta. 35 i punti all'ordine del giorno per la prima assemblea di questo 2017, tra i quali spicca l'assenza di atti deliberativi da parte della giunta comunale.

Corposo come di consueto invece, è il numero di mozioni (ben 17 quelle presentate dai gruppi di minoranza). Una di questa – firmata da Altra Vda, Gruppo Misto e M5S – chiede un controllo più stringente, dandone conto anche alla Commissione consiliare competente, sull'esecuzione del contratto del Bando sui servizi agli anziani in via di affidamento. Gli stessi firmatari, in un'altra iniziativa, chiedono ulteriori controlli anche sull'appalto sugli asili nido. Alpe e 5stelle sollecitano invece il Sindaco affinché si dia corso al Registro comunale dei Testamenti biologici, tenendo fede ad un impegno preso in Commissione 5 mesi fa.

Sempre il MoVimento 5 Stelle, assieme ad Altra Vda, Gurppo Misto e Lega Nord, chiede conto delle morosità del Comune di Aosta nei confronti dei cittadini proprietari di immobili messi a disposizione dell''emergenza abitativa'. Sul fronte dei lavori pubblici, invece, Andrione, Lega e M5S chiedono al Sindaco di sollecitare il completamento dei lavori del I° lotto della Nuova Università, informando il Consiglio sui tempi previsti per la consegna e sulla data di inaugurazione dei parcheggi annunciati. Sempre a tema, gli stessi gruppi chiedono lumi sulle effettive possibilità del Comune di Aosta di beneficiare del 'bando di riqualificazione delle periferie' varato dall'allora governo Renzi.

Torna al centro del dibattito anche la questione sul Portavoce del Sindaco e della giunta. Sempre via mozione La Lega Nord – prima firmataria con Gruppo Misto, Altra Vda e M5S – chiede al Sindaco di revocare l'incarico a Moreno Vignolini e a rifondere le cifre erogate per l'incarico recentemente riportato sotto i riflettori della relazione della Corte dei Conti.

Quattro invece gli ordini del giorno presentati, due dei quali legati alla mensa dei dipendenti comunali. In uno di questi atti – firmato dai tre capigruppo di maggioranza Borre, Girasole e Malacrinò – si impegna la giunta a rifinanziare il servizio nella predisposizione del bilancio triennale 2017/19.

13 invece le interrogazioni. In una di queste il gruppo Alpe chiede in quanti locali aostani siano presenti macchinette per il gioco d'azzardo, mentre la Lega chiede conto dei tagli – di circa 300mila euro – apportati agli asili nido. Il Carroccio chiede perché la discussione non sia approdata in Terza Commissione e quali siano le soluzioni dell'amministrazione per ovviare all'ammanco di risorse. Sempre Alpe chiede conto, ad un anno dall'applicazione delle nuove tariffe dei parcheggi blu a pagamento, dei benefici avuti dal Comune, mentre Carpinello de l'Altra Valle d'Aosta si concentra sul destino dell'edificio Regina Maria Adelaide di via Torino, abbandonato di fresco dall'Istituzione scolastica spostatasi in via Chavanne.

Infine un'interpellanza, a firma di Alpe, nella quale il Galletto chiede al Sindaco Centoz se il Comune abbia cominciato o meno a tessere rapporti con la Regione in seguito dell'approvazione sulla legge che prevede l'elettrificazione della tratta ferroviaria e la riapertura della linea che da Aosta porta a Pré-Saint-Didier.

Archiviato in: Media valle , Politica
697
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche