Cronaca
Tragedia a Gressoney, le prime testimonianze: "Abbiamo sentito un fortissimo boato"
Gressoney-Saint-Jean - Sono le prime testimonianze che arrivano da Gressoney-Saint-Jean dove questa mattina intorno alle 11 quattro scalatori italiani hanno perso la vita nel crollo di una parte della cascata di ghiaccio Bonne Année.

"Stavamo arrampicando, abbiamo sentito un boato fortissimo poi l'elicottero". Sono le prime testimonianze che arrivano da Gressoney-Saint-Jean dove questa mattina intorno alle 11 quattro scalatori italiani hanno perso la vita nel crollo di una parte della cascata di ghiaccio "Bonne Année". I testimoni - che non vogliono comparire con le proprie generalità - al momento della tragedia stavano arrampicando su altro versante della Valle, nella "Cascata della Ciampa".

"Dove eravamo noi, il ghiaccio era solido, ma si tratta del versante in ombra della Valle - dicono -  L'altro lato era esposto al sole, che il ghiaccio prendeva già da diversi giorni. La cascata 'Bonne année' è un quinto livello, difficoltà elevata, molto apprezzata, con molta gente che viene a scalarla".

Nel frattempo le prime due salme sono state recuperate ed elitrasportate ad Aosta. 

Un quinto scalatore che si trovava al momento del crollo più in alto si è invece salvato e si trova ora nella Caserma dei Carabinieri per essere ascoltato. Al momento del crollo la temperatura registrata a Gressoney-Saint-Jean era intorno agli 8 gradi. 

2777
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche