Cronaca
Otto evasori totali scoperti nel 2017 dalla Guardia di finanza
Aosta - 243° anniversario della fondazione della GdF dedicato alla memoria dei due figli del maresciallo Giovannini, scomparsi in un incidente automobilistico ad Antey-Saint-André lo scorso 19 gennaio. Consegnati economi al personale distintosi in servizio.

Per le Fiamme gialle valdostane, oggi non è stato solo il giorno della celebrazione del 243° anniversario della fondazione del Corpo della Guardia di finanza, ma anche quello del ricordo. Nel cortile della caserma Luboz di Aosta ha significato dedicare la cerimonia, svoltasi in prima mattinata, alla memoria dei due figli del maresciallo aiutante Massimiliano Giovannini, comandante della stazione SAGF di Breuil-Cervinia, tragicamente scomparsi in un incidente automobilistico ad Antey-Saint-André, il 19 gennaio di quest’anno.

Una vicinanza che è stata espressa dall’abbraccio al sottufficiale del comandante regionale della Guardia di finanza, il generale di brigata Raffaele Ditrioia, ma che ha suscitato anche più di un cenno di commozione negli uomini schierati, malgrado il rigore delle procedure militari ed il cerimoniale a scandire l’anniversario, aperto dai messaggi augurali del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Comandante generale del Corpo, il generale di corpo d’armata Giorgio Toschi. 

E’ stata quindi la volta dell’intervento del generale Ditroia, incentrato sulla “importanza del ruolo rivestito dalla Guardia di finanza, costantemente impegnata nella lotta alle patologie economiche e finanziarie che affliggono il Paese, alle sempre più subdole forme di infiltrazione e di aggressione della criminalità economica, sia comune che organizzata, all’evasione fiscale, all’evidente piaga della corruzione, agli sprechi di risorse pubbliche ed ai traffici illeciti”. Il comandante regionale ha in particolare sottolineato l’orgoglio del Corpo per la “sua militarità, rappresentata simbolicamente dalle stellette concesse centodieci anni orsono e che hanno consentito al Corpo stesso di entrare con onore a far parte delle Forze armate italiane”.

Per l’occasione, di fronte alle autorità regionali e ai familiari dei militari in servizio ed in congedo, sono stati anche riepilogati i principali obiettivi raggiunti dalla Guardia di finanza in Valle, nei primi cinque mesi del 2017, declinandoli nei quattro obiettivi strategici assegnati alle Fiamme gialle. 

Relativamente al contrasto all’evasione, all’elusione e alle frodi fiscali, sono stati effettuati cinquantotto accertamenti, con la scoperta di otto evasori totali. Una persona, responsabile di reati legati alle imposte è stata denunciata e sono stati individuati nove datori di lavoro che hanno impiegato undici dipendenti “in nero” e cinque irregolari. Nel settore delle accise, sei gli interventi sugli impianti di distribuzione di carburanti, mentre per la polizia doganale, riscontrate due violazioni, con 118 kg di tabacchi lavorati esteri sequestrati.

Nella lotta agli illeciti in materia di spesa pubblica, cinque controlli in fatto di erogazione di prestazioni agevolate hanno dato esito positivo, permettendo di accertare una frode per 2661 euro. Nell’ambito di tre accertamenti delegati dalla Corte dei Conti, segnalati sprechi o gestioni irregolari di fondi pubblici, con danni patrimoniali allo Stato per oltre 105 milioni di euro, con la segnalazione alla magistratura contabili di 47 persone, per le relative ipotesi di responsabilità erariale. In materia di anticorruzione, una persona è stata tratta in arresto.

Il contrasto alla criminalità economico-finanziaria ha visto trentatré violazioni amministrative sui trasferimenti di denaro contante sopra la soglia di legge prevista, una denuncia nell’azione di contrasto all’usura, nonché il sequestro di 1258 prodotti illegali, in quanto contraffatti, piratati, pericolosi o recanti falsa indicazione della loro origine (per un valore di circa 9.500 euro). Nei controlli ai “Money transfer” sono stati identificati 51 soggetti, riscontrando una violazione penale e ventisei amministrative. Due gli accertamenti patrimoniali conclusi con una proposta di sequestro pari a 25mila euro.

Infine, relativamente al concorso alla sicurezza interna ed esterna del paese, una persona è stata denunciata per violazione delle leggi sull’immigrazione, mentre sono stati sequestrati 1,5 kg di stupefacenti, a carico di quarantun soggetti, di cui cinque tratti in arresto. Particolare rilievo, in questo settore, all’attività delle stazioni di Entrèves e Cervinia del SAGF, il Soccorso Alpino della Guardia di finanza: ventiquattro le volte in cui il personale è entrato in azione, per soccorrere 51 persone in difficoltà, di cui 26 recuperate illese, 15 ferite e purtroppo 10 decedute.

La cerimonia si è quindi conclusa con la consegna di encomi al personale del Corpo distintosi per meriti di servizio. Dopodiché, per i finanzieri della Valle, ritorno al lavoro, come da 243 anni a questa parte.

1774
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche