Politica
Uvp lancia un appello agli autonomisti convinti: "Serve un nuovo progetto politico"
Aosta - I progressisti lanciano il "Rassemblement Valdôtain: la casa comune comune degli autonomisti", un progetto "da sottoporre agli elettori in tempi rapidi".

Dopo la costituente valdostana arriva da Uvp l'idea del "Rassemblement Valdôtain: la casa comune comune degli autonomisti". Dal Conseil de direction del movimento, che si è riunito nel pomeriggio di oggi, parte un appello ai valdostani e alla politica in generale per dare vita "ad un nuovo progetto politico che riunisca le intelligenze e le sensibilità autonomiste".

Un progetto politico che, ribadiscono i progressisti, va sottoposto "agli elettori in tempi rapidi" e "che apra una nuova fase di reale ricostruzione progettuale con una visione di una Valle d'Aosta rigenerata".
L'appello è in primis rivolto a "tutti quelli, individualmente o riuniti in aggregazioni politiche, che hanno avuto il coraggio di rompere un sistema, ormai superato, per ricostruire una casa comune di tutti i valdostani, autonomisti convinti, che ritengono si debba risollevare la nostra comunità, ripartendo dai valori unionisti, valdostani e progressisti che possano ridare dignità alla politica".  

Parole che fanno tornare alla mente quelle pronunciate nel 2013 dal Presidente del consiglio regionale, Andrea Rosset, nel debutto in aula di Uvp, quando auspicava che potesse "arrivare in futuro il giorno in cui la casa unionista possa tornare ad essere la casa di tutti i valdostani fedeli a certi ideali". Sarà questa la volta buona per la reunion?

Archiviato in: Politica
1957
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche