Politica
Uv, Pd, Epav e Psi: l'alleanza resta salda ma si guarda con interesse al "Rassemblement"
Aosta - Nell'incontro a 4, questa mattina nella sede Uv, i quattro movimenti ribadiscono la coalizione annunciata per gli appuntamenti elettorali del 2018 che la Casa degli autonomisti non sembra mettere in discussione.

Immersa nel caldo agostano, la politica valdostana in realtà non si ferma. In un'oretta di incontro, nella sede Uv di Avenue des Maquisards di Aosta, Union Valdôtaine, Epav, Partito Democratico e Partito Socialista si sono trovati di nuovo faccia a faccia.

Sul piatto, anzitutto – e soprattutto alla luce degli incontri tra il 'Mouvement' e l'Uvp sul progetto di una Casa degli autonomisti – la riconferma dell'alleanza sottoscritta un mese e mezzo fa. Un'alleanza che, stando al Presidente unionista Ennio Pastoret “È importante ribadire, ma che non esclude anche altri passi”. “Abbiamo siglato un documento – spiega – e oggi abbiamo ribadito questa alleanza che rimane salda, in una riunione che dopo la pausa estiva serviva per fare il punto della situazione politica ed esaminare alcuni punti organizzativi ed operativi”.

Sugli altri passi, gli incontri con i Progressistes, Pastoret chiarisce che: “Siamo interessati ad altri incontri con le forze autonomiste, e nei prossimi appuntamenti cercheremo di essere più puntuali su temi più specifici”.

Discorso che interessa anche ad Epav: “Oggi volevamo fare un punto della situazione – spiega invece Mauro Baccega – però noi siamo assolutamente autonomisti e federalisti, è il nostro dna, e qualora invitati saremo presenti”.

Incontro servito anche a dare risposte al Partito Democratico, anzitutto per “Coerenza di un linea di progettualità che va avanti – spiega la Segretaria dem Irene Deval – e che si vuole oggi riaffermare”. Nessuna preclusione, poi, dall'area Pd, nei confronti del 'Rassemblement', con un distinguo: “È un progetto interessante – chiude Deval – se rafforza però la progettualità della nostra alleanza, con varie possibilità di evoluzione per chi si riconosce in questo progetto politico”.

La situazione in Comune di Aosta

Sembra rasserenarsi, anche se le bocche sono più che cucite, la complessa situazione al Comune di Aosta, resa ancora più enigmatica dalle voci di 'Rassemblement'. In attesa del 'documento del Sindaco' Centoz – presente peraltro all'incontro di questa mattina – Pastoret spiega che i confronti vanno avanti: “Ci siamo incontrati e si stanno facendo dei percorsi ed altri appuntamenti ci saranno la prossima settimana”. Abbottonata anche Epav con Baccega che spiega solo come ad Aosta si stia, per ora, “Valutando la situazione politica”.

Archiviato in: Media valle , Politica
1773
Astrelia sviluppa siti internet e applicazioni mobile/desktop anche per iPhone iPad e Android a San Benedetto del Tronto, Roma, Ascoli Piceno, Marche